menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Agrigento

Il tribunale di Agrigento

"Simulò 256 giorni di malattia in un anno e mezzo", raffica di testi in aula

L'ingegnere Giuseppe Gabriele, funzionario dell'Utc di Ravanusa, avrebbe finto o accentuato problemi odontoiatrici per andare in Romania

“L’ingegnere Giuseppe Gabriele si è assentato per 256 giorni ma nessuno gli ha mai mandato la visita fiscale come, invece, è avvenuto per altri colleghi”. Baldassare Morello, dipendente dell’ufficio del personale del Comune di Ravanusa, lancia il sospetto di favoritismi che sarebbero stati fatti nei confronti del funzionario dell’ufficio tecnico accusato di falso e truffa che, il 26 giugno di tre anni fa, finì pure in carcere per un paio di giorni.

Secondo il pubblico ministero Andrea Maggioni, titolare dell’inchiesta, Gabriele avrebbe simulato o comunque accentuato la portata di una malattia odontoiatrica per assentarsi dal lavoro – addirittura 256 giorni in un anno e mezzo – e andare in Romania, non a curarsi i denti ma a coltivare i propri interessi imprenditoriali. Nel processo, con l’accusa di avere redatto dei falsi certificati, è imputato anche il suo medico Armando Antona. La difesa di Gabriele, affidata all’avvocato Ignazio Valenza, che ieri ha chiamato a testimoniare una quindicina di testi al processo, invece sostiene che “la visita fiscale non è stata disposta perché erano notori i problemi odontoiatrici del funzionario”. Uno dei testi che ieri ha sfilato in aula, al processo in corso davanti al giudice Agata Anna Genna, è Girolamo Verso, collega di ufficio dell’imputato che, infatti, ha spiegato: “Era risaputo che l’ingegnere Gabriele avesse gravi problemi ai denti tanto che spesso diceva di sentire dolore”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento