Cronaca

Lite fra compaesani: un ferito grave, arrestati padre e figlio dopo un mese

Uno è stato portato in carcere, l’altro è stato invece posto agli arresti domiciliari. Delle indagini su quanto accaduto in mezzo alla strada si sono occupati i carabinieri

(foto ARCHIVIO)

Uno è stato portato in carcere, l’altro è stato invece posto agli arresti domiciliari. I carabinieri della stazione di Ravanusa, coordinati dal comando compagnia di Licata, hanno eseguito, nelle ultime ore, un’ordinanza di misura cautelare a carico di Calogero Lombardo di 60 anni e del figlio Benedetto Salvatore di 19 anni. I due sono stati iscritti nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di lesioni personali gravi in concorso, reato commesso – secondo l’accusa – nel giugno scorso.

A Ravanusa, sulla pubblica via, lo scorso giugno, vi sarebbe stata una violenta lite sfociata in una rissa nella quale un ravanusano è rimasto ferito in maniera grave: avrebbe riportato sfregi permanenti. I carabinieri della stazione di Ravanusa, coordinati appunto dal comando compagnia di Licata, allora, avviarono subito l’inchiesta e notiziarono la Procura della Repubblica di Agrigento. Venne aperto un fascicolo dunque e il Pm ha chiesto e ottenuto, visto la gravità dell’accaduto, una misura cautelare. Misura che, nelle ultime ore, è stata appunto notificata ed eseguita proprio dai militari dell’Arma della stazione di Ravanusa a carico dei due uomini, padre e figlio, che sono sospettati d’aver preso parte a quella rissa che ha provocato lesioni gravi ad un altro ravanusano. Fitto è il riserbo investigativo dei carabinieri che, ufficialmente, parlano – in merito ai motivi della rissa – di “problemi di carattere personale”. La persona ferita, lo scorso giugno, venne portata in ospedale dove i medici, appunto, hanno constatato e medicato le lesioni personali, con sfregi che – stando sempre all’accusa – saranno permanenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite fra compaesani: un ferito grave, arrestati padre e figlio dopo un mese

AgrigentoNotizie è in caricamento