Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Ravanusa

Incendiato il portone di casa di un pensionato, intimidazione o raid vandalico?

La residenza è risultata essere disabitata. Delle indagini, per provare ad identificare gli autori del danneggiamento, si stanno occupando i carabinieri

Ha il significato di un’intimidazione? O s’è trattato di un incendio ad opera di vandali? Sono questi alcuni degli interrogativi che si stanno ponendo i carabinieri della stazione di Ravanusa per cercare di tracciare la giusta pista investigativa che servirà prima a fare chiarezza sull’accaduto e poi, naturalmente, per cercare di identificare gli autori dell’incendio. In via Ecce Homo, a Ravanusa, è stato appiccato – senza che nessuno vedesse o sentisse nulla – un incendio al portone di ingresso di un’abitazione disabitata. Un immobile che risulta essere di proprietà di un pensionato.

Delle indagini, dopo aver effettuato il sopralluogo di rito, si stanno, appunto, occupando i carabinieri della stazione di Ravanusa, coordinati dal comando compagnia di Licata. I militari dell’Arma hanno, naturalmente, già sentito il proprietario dell’abitazione per cercare di capire se avesse avuto, di recente, degli alterchi o delle diatribe con qualcuno e se, magari, potesse aver idea su chi effettivamente gli vuole male. Fitto, ed è inevitabile che sia così, il riserbo investigativo. I carabinieri non lasciano trapelare, infatti, nessuna indiscrezione neanche su quale sia, al momento, l’ipotesi investigativa privilegiata. Non viene escluso – stando a quanto è emerso ieri – però neanche un possibile raid vandalico, ossia un incendio appiccato magari da dei cosiddetti ragazzini “terribili”. Servirà, inevitabilmente, del tempo per mettere dei punti fermi e fare chiarezza su quanto è avvenuto in via Ecce Homo e che, ieri, sembrava comunque essere un episodio inquietante. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiato il portone di casa di un pensionato, intimidazione o raid vandalico?

AgrigentoNotizie è in caricamento