rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Ravanusa

Brucia l'autobotte, agricoltore cerca disperatamente di salvare il mezzo: è mistero sulle cause

Dell'attività investigativa si stanno occupando i carabinieri che non escludono nessuna ipotesi

Brucia l’autocarro – adibito al trasporto di acqua – di proprietà di un agricoltore cinquantunenne. E’ accaduto nella notte fra martedì e ieri. A mobilitarsi per provare a salvare il mezzo è stato lo stesso proprietario che però non è riuscito ad evitare la completa distruzione del veicolo. Sul posto, scattato l’allarme, si sono precipitati i carabinieri della stazione di Ravanusa che sono coordinati dal comando compagnia di Licata.

I militari dell’Arma, come sempre avviene in casi di questo genere, hanno effettuato un meticoloso e capillare sopralluogo per provare a recuperare, se presenti, eventuali tracce. Non sarebbero state trovate però né bottiglie o taniche sospette, né tantomeno inneschi. Elementi indispensabili per parlare, fin da subito, di una matrice dolosa. I carabinieri ieri non escludevano alcuna ipotesi: né la causa dolosa, né quella accidentale. E’ stato sentito, naturalmente, il proprietario dell’autocarro: l’agricoltore cinquantunenne. Fitto, anzi categorico, è il riserbo su quello che è emerso o non emerso dalle sue dichiarazioni. Servirà del tempo, verosimilmente, affinché le indagini dei carabinieri di Ravanusa progrediscano e arrivino, qualora possibile, a fare chiarezza su quanto è accaduto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'autobotte, agricoltore cerca disperatamente di salvare il mezzo: è mistero sulle cause

AgrigentoNotizie è in caricamento