rotate-mobile
Chiusa l'inchiesta / Ravanusa

"A volto coperto con cinture, sassi e aste di bandiera": 27 indagati per gli scontri del derby Canicattì-Licata

La procura conclude le indagini per i disordini avvenuti allo stadio Saraceno di Ravanusa lo scorso 5 marzo: le forze dell'ordine, prese di mira con lanci di pietre e bottiglie, riuscirono ad evitare il contatto

A volto coperto brandendo sassi, cinture o aste di bandiera per provare a venire a contatto con la tifoseria avversaria. La procura della Repubblica di Agrigento chiude l'inchiesta e si avvia a mandare a processo i 27 presunti responsabili dei disordini avvenuti, lo scorso 5 marzo, all'esterno dello stadio Saraceno di Ravanusa dove era in programma il derby del campionato di Serie D fra Canicattì e Licata.

Il derby di trasforma in un inferno: sassaiola contro le forze dell'ordine

Quel pomeriggio le due tifoserie provarono a entrare in contatto e le forze dell'ordine riuscirono a evitare il peggio frapponendosi fra le due frange e rimediando lanci di pietre e bottiglie. In tre, nei giorni successivi, furono arrestati. 

Il pubblico ministero Elenia Manno, conclusa l'attività istruttoria, delegata alle stesse forze di polizia, ha individuato 27 presunti facinorosi ai quali si contestano di essersi travisati senza giustificato motivo usando giubbotti, scaldacollo o mascherine e di avere creato situazioni di pericolo brandendo cinture, sassi (che in una circostanza sarebbero stati lanciati) o aste di bandiere.

Gli scontri durante il derby: al vaglio i filmati della polizia scientifica

Si tratta di: Diego Acquisto, 18 anni; Angelo Anzalone, 41 anni; Salvatore Leon D'Andrea, 24 anni; Giuseppe De Caro, 39 anni; Giacchino Di Franco, 38 anni; Gioachino Giuseppe Di Liberto, 32 anni; Giuseppe Giorgio Almerigo Di Stefano, 25 anni; Giuseppe Di Vincenzo, 28 anni; Luigi Evangelista, 32 anni; Alfonso Massimo Giardina, 21 anni; Calogero Pio Giardina, 22 anni; Samuele La Porta, 19 anni; Carmelo Gioacchino La Verde, 27 anni; Angelo Lauricella, 22 anni; Manuel Antonio Manna, 18 anni; Gaetano Mazza, 38 anni; Giuseppe Miceli, 40 anni; Luigi Mongitore, 20 anni; Luigi Pastorini, 32 anni; Gaspare Petralito, 21 anni; Marco Ragusa, 33 anni; Donato Russo, 22 anni; Vincenzo Emanuele Benito Sferrazza, 30 anni; Angelo Spampinato, 35 anni; Angelo Pio Taibi, 19 anni; Marco Taldo, 42 anni ed Emmanuele Tirone, 30 anni.

Con l'avviso di conclusione delle indagini preliminari, i difensori (fra gli altri gli avvocati Calogero Meli, Antonio Giorgio, Calogero Li Calzi e Luigi Reale) avranno venti giorni di tempo per visionare tutti gli atti del fascicolo, chiedere un interrogatorio o produrre atti e memorie per convincere la procura a non chiedere il rinvio a giudizio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A volto coperto con cinture, sassi e aste di bandiera": 27 indagati per gli scontri del derby Canicattì-Licata

AgrigentoNotizie è in caricamento