menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I "facilitatori" per la differenziata

I "facilitatori" per la differenziata

Differenziata a Ravanusa, continua il lavoro degli alunni "facilitatori"

Gli otto ragazzi del liceo psico-pedagogico “Giudici Saetta e Livatino” saranno ospiti del Grest della Parrocchia Santa Croce

Domani, lunedì 11 luglio alle 16,30, i facilitatori della raccolta differenziata, ossia gli 8 alunni del liceo psico-pedagogico “Giudici Saetta e Livatino” inseriti dal Comune di Ravanusa nel progetto di alternanza scuola-lavoro, saranno ospiti del Grest della Parrocchia Santa Croce.

I promotori della raccolta differenziata avranno modo, così, di illustrare ai ragazzi che partecipano al gruppo estivo ricreativo, i vantaggi della raccolta differenziata nel proprio Comune e le modalità per poter effettuare nelle dovute maniere il conferimento nei cassonetti che l’amministrazione comunale ha predisposto per la raccolta di plastica, carta – cartone, vetro e metalli nelle 42 postazioni disseminate in tutto il paese. Oltre naturalmente alla postazione del Cam, il centro ambiente mobile della Dedalo ambiente che attualmente è dislocato nella zona del campo sportivo “Saraceno”.

Saranno inoltre presenti il responsabile di Ecoface, l’azienda che si occupa di strategie integrate per il successo della raccolta differenziata, gestore del progetto “Ravanusa Ricicla”, Gero La Rocca ed il vice sindaco con delega all’Ambiente, Gaetano Carmina, che hanno fortemente voluto questa iniziativa.

“Ormai è tutto pronto – spiega il vice sindaco Gaetano Carmina - per iniziare il progetto di sensibilizzazione della cittadinanza alla raccolta differenziata. Abbiamo fatto stampare diecimila volantini che i nostri “facilitatori”, dopo un periodo intenso di formazione, distribuiranno nelle case dei nostri concittadini a partire da lunedì 11 luglio e presso gli esercenti. Allo stesso modo – aggiunge Carmina – abbiamo predisposto il servizio di vigilanza attiva nei pressi delle zone di conferimento, attraverso personale della polizia municipale, che avrà il compito di verificare la corretta esecuzione del conferimento del differenziato nel cassonetto stradale. Dopo un breve periodo di sensibilizzazione, passeremo alla repressione. E saranno elevate multe salatissime per chi disattende l’ordinanza. Il nostro obiettivo – conclude il vice sindaco – è quello di abituare i cittadini del domani e quelli di oggi ad un corretto uso della raccolta differenziata che ci ha permesso di risparmiare sulla bolletta ed ha consentito al nostro Comune di non soffrire gli stessi problemi lamentati da altri enti che in questi giorni sono alle prese con una grave emergenza rifiuti, che ha costretto i sindaci a lasciare la spazzatura nei cassonetti non avendo la possibilità di conferirla in discarica. Noi a Ravanusa, grazie ai volumi della differenziata che intendiamo aumentare, non stiamo soffrendo questa grave crisi ma chiediamo ai nostri concittadini un maggiore impegno per giungere a livelli altissimi di raccolta di materiale riciclabile”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento