Efficienza e qualità della spesa pubblica, Agrigento tra gli ultimi posti in Italia

Lo studio realizzato dalla Fondazione "Etica" misura sei diversi parametri che restituiscono il cosiddetto "rating" di ogni capoluogo

(foto ARCHIVIO)

Non una semplice valutazione sulla "qualità  della vita", ma un vero e proprio studio sulla trasparenza, integrità ed efficienza delle amministrazioni pubbliche per mappare non solo quanto, ma anche come e per cosa viene speso il denaro dei contribuenti. E' questo lo studio condotto dalla Fondazine Etica, che, nei giorni scorsi, ha elaborato una classifica per rilevare il "rating pubblico" dei 111 capoluoghi di provincia. 

"Il rating pubblico - dice una nota della Fondazione - fornisce una base conoscitiva oggettiva su cui un governo può incardinare una seria azione di spending review e, soprattutto, di qualità della spesa pubblica, che consenta non solo di evitare gli sprechi, ma di spendere le risorse disponibili per quegli investimenti pubblici di cui il Paese ha estremo bisogno. Il Rating Pubblico valuta non le politiche, ma la macchina amministrativa che quelle politiche produce". Sei i parametri: Bilancio, Governance, Gestione del personale, Servizi e rapporto con i cittadini, Appalti e rapporto con i fornitori, Ambiente.

E rispetto a queste voci, come si colloca il Comune di Agrigento? Purtroppo molto male: la città dei templi è infatti 106esima su 111, con un punteggio di appena 28,1 contro il 70 incassato da Prato e Milano, ai primi due posti. Si tratta del peggior risultato siciliano: peggio di Agrigento hanno fatto infatti solo Taranto, Salerno, Caserta, Avellino e Rieti.

Lo studio, che prende come riferimento gli anni 2017 e 2018, prende come riferimento i dati disponibili sulla sezione "amministrazione trasparente" di ogni comune. Tra le voci prese in considerazione, la spesa per il personale, i servizi garantiti ai cittadini, i tempi di pagamento dei fornitori, la presenza di inchieste su appalti irregolari, l'efficienza degli uffici pubblici eccetera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento