Ribera, venerdì in scena: "Falsari si nasce"

  • Dove
    Cine Teatro Lupo
    Indirizzo non disponibile
    Ribera
  • Quando
    Dal 03/02/2017 al 03/02/2017
    21
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Prosegue con successo la “Rassegna teatrale di Ribera città delle Arance”, organizzata dall’associazione socio culturale "San Michele Arcangelo" di Calamonaci, in sinergia con il Comune di Ribera, il comitato provinciale di Agrigento Libertas e Radio Torre Ribera.

Venerdì 3 febbraio alle 21 al cine-teatro Lupo di Ribera, appuntamento all’insegna della tradizione e del divertimento, con il teatro dei Saitta, che proporranno “Falsari si nasce”, versione teatrale de “La Banda degli onesti” di Age e Scarpelli, riadattata da Aldo Mangiù, figlio dell’indimenticato Carlo.

Da più di mezzo secolo, in Sicilia il cognome dell'attore catanese Salvo Saitta, del figlio Eduardo e della nipote Katy è sinonimo di teatro. La storia è quella classica: tre onesti uomini sono costretti a intraprendere la strada dell’illegalità per tentare di sopravvivere.

Uno spettacolo che si rifà all’Italia del 56, anno in cui è uscito il film, che porta però sulla scena vizi e virtù dell’Italia di oggi devastata dalla crisi economica. Tanti i riferimenti al film e molte le innovazioni come i nomi dei protagonisti, la città in cui si svolge la storia non più Napoli ma Catania e l’utilizzo del nostro dialetto per rimarcare la comicità dell’intreccio.

Oltre ai decani del teatro catanese Salvo Saitta e Aldo Mangiù, fanno parte del cast: Eduardo Saitta, Rosario Valenti, Eleonora Musumeci, Sebastiano Mancuso, Antonio Spitaleri, Franco Arena, Angelo Corsaro, Velio di Stefano e Franco Baialardo. La regia è di Katy Saitta. Un appuntamento da non perdere con la rassegna teatrale di Ribera che raccoglie consensi  di pubblico e critica

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Una mattinata ecologica, tutti uniti per Seccagrande: il programma

    • Gratis
    • 16 maggio 2021
    • Seccagrande
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento