menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Sciacca

Il tribunale di Sciacca

Rapine in banca a Ribera e Licata, chiesto giudizio immediato per 6 indagati

Si tratta delle persone rimaste coinvolte nell'operazione "Ulisse" dello scorso agosto. I riberesi, secondo l'accusa, sarebbero stati i presunti basisti

I sostituti procuratori di Sciacca, Alessandro Moffa e Cristian Del Turco, hanno avanzato la richiesta di giudizio immediato nei confronti delle sei persone - due riberesi e quattro palermitani - coinvolte nell'operazione "Ulisse" dello scorso agosto. I riberesi, secondo l'accusa, sarebbero stati i presunti basisti di una rapina nell'agenzia della banca Popolare Sant' Angelo. Si tratta di Giuseppe Triassi, 24 anni, che si trova in carcere, e Daniele Centurione, di 28, che è ai domiciliari.

I palermitani - stando sempre alle accuse formalizzate dalla Procura di Sciacca - sarebbero stati, invece, gli esecutori materiali. Anche per loro - Giuseppe Cusimano, di 43 anni; Salvatore Bruno, di 27; Mariano Ficarra e Vincenzo Adelfio, di 25 anni, - richiesta di giudizio immediato. 

Una seconda rapina è stata messa a segno all' agenzia di Licata della Banca Sella, il 18 gennaio 2016 ed ha fruttato 5 mila euro. Ma i fatti di Licata vengono contestati solo ai palermitani. Le indagini sono state eseguite dai carabinieri della compagnia di Sciacca. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento