Martedì, 23 Luglio 2024
Microcriminalità / Canicattì

Coltellaccio in pugno si fanno consegnare un contenitore con 31 colli: rapinato corriere

Il colpo sembrerebbe essere mirato: sapevano cosa cercare e cosa portare via da quel furgone. Ed è rilevante, non soltanto per la quantificazione del danno, ma anche ai fini investigativi, capire cosa effettivamente contenessero quei colli di piccole dimensioni 

Non accadeva da un po’. Ma l’incubo dei corrieri è tornato a materializzarsi nel pomeriggio di mercoledì. In via Pico della Mirandola, a Canicattì, un corriere trentasettenne, dopo aver effettuato una consegna, è stato “agganciato” da due giovani in sella ad un ciclomotore. Con un coltellaccio in mano, i due gli hanno intimato di aprire il portellone del furgone e di consegnare loro un contenitore di plastica con all’interno 31 colli di piccole dimensioni. Cosa che il trentasettenne ha fatto. Arraffato il contenitore – di cui mercoledì pomeriggio si sconosceva il contenuto – i delinquenti si sono immediatamente dileguati, e a gran gas, lungo le vie limitrofe.

L’impiegato dell’azienda di logistica che opera per conto di una grossa catena di distribuzione non ha potuto far altro che lanciare l’Sos al numero unico d’emergenza, il 112, e in via Pico della Mirandola sono accorsi i carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Canicattì. I militari dell’Arma hanno, naturalmente, subito ricostruito la rapina e hanno avviato le ricerche dei due delinquenti in sella al ciclomotore. Nonostante gli sforzi e l’aver rastrellato tutte le zone adiacenti a via Pico della Mirandola, dei due non sarebbe saltata fuori nessuna traccia. Almeno questo emergeva nella prima serata di mercoledì. Appare praticamente scontato – anche se mancano le conferme istituzionali al riguardo – che, adesso, l’attività investigativa si sta incentrando sulla verifica di eventuali impianti di videosorveglianza pubblici o privati presenti nella zona.

Telecamere che potrebbero anche aver ripreso qualcosa di interessante ed utile per i carabinieri che, intanto, ieri, erano in fase di accertamento sul contenuto dei 31 piccoli colli che, custoditi in un contenitore di plastica, sono stati portati via. Quanto è avvenuto in via Pico della Mirandola, nonostante non si tratti appunto della prima rapina in danno di corrieri, ha caratteristiche assai diverse rispetto ai precedenti colpi. I ladri non hanno chiesto denaro, né hanno arraffato il primo pacco che gli è capitato sottomano. Pare infatti che sia stato proprio un colpo mirato, sapevano – almeno così, appunto, sembrerebbe – cosa cercare e cosa portare via da quel furgone. Ed è rilevante, non soltanto per la quantificazione del danno, ma anche ai fini investigativi, capire cosa effettivamente contenessero quei 31 colli di piccole dimensioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltellaccio in pugno si fanno consegnare un contenitore con 31 colli: rapinato corriere
AgrigentoNotizie è in caricamento