menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli arrestati e la refurtiva sequestrata

Gli arrestati e la refurtiva sequestrata

Rapinano e violentano donna ad Agrigento, arrestati i fratelli Fragapane e un palermitano

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, i tre - armati di un coltello da cucina - avrebbero prima rapinato la colombiana e poi, dopo aver arraffato computer, cellulari e monili, l'avrebbero violentata

I poliziotti ieri sera credevano inizialmente di trovarsi dinnanzi a tre persone che stavano "soltanto" provando a rivendere materiale rubato. Ma le indagini, avviate immediatamente dal personale delle Volanti e della polizia stradale di Agrigento, hanno permesso di scoprire che i tre avevano poche ore prima rapinato, sequestrato e violentato una donna colombiana residente ad Agrigento.

Adesso Giuseppe Tagliavia, 28enne residente a Palermo ma domiciliato ad Agrigento, Stefano Fragapane, 21enne di Agrigento, già arrestato pochi giorni fa per il furto alla Posta di Fontanelle, e il fratello, Roberto Fragapane, di 20 anni, dovranno rispondere di rapina, sequestro di persona e violenza sessuale di gruppo.

E' iniziato tutto dall'istinto di due poliziotti liberi dal servizio che ieri pomeriggio stavano passeggiando per le vie del centro di Agrigento: sono stati loro a notare i tre che, con fare sospetto, si intrattenevano all'ingresso di un "compro oro". I poliziotti, uno della Stradale e uno della Scientifica, hanno deciso così di intervenire per identificare i tre. Ma uno di loro, il Tagliavia, è fuggito facendo perdere le proprie tracce.

L'uomo, durante la fuga, ha lanciato un sacchetto, poi recuperato dagli agenti, all'interno del quale c'erano numerose monete (anche straniere), diversi cellulari ed alcuni gioielli. I fratelli Fragapane sono stati quindi portati negli uffici della Questura, dove la polizia stava procedendo per i reati riguardanti la ricettazione.

E' stato a quel punto che è giunta la notizia di una donna colombiana ricoverata poco prima all'ospedale di Agrigento, perché violentata da tre persone dopo una rapina. La donna, trasportata al pronto soccorso da un vicino, ha chiamato i carabinieri, raccontando l'accaduto. I poliziotti hanno quindi collegato i fatti ed hanno fatto vedere la refurtiva sequestrata alla vittima della violenza: la donna ha riconosciuto il suo pc, i suoi cellulari, i suoi gioielli e le sue monete colombiane.

A quel punto non c'erano più dubbi: secondo quanto ricostruito, i tre - armati di un coltello da cucina - avrebbero prima rapinato la colombiana e poi, dopo aver arraffato computer, cellulari e monili, l'avrebbero violentataIl Tagliavia, che era fuggito al controllo, è stato rintracciato e fermato poco dopo dalla polizia. Adesso il 28enne palermitano e i fratelli Fragapane si trovano sottoposti ad un fermo di indiziato di delitto, in attesa dell'udienza di convalida con il gip del Tribunale di Agrigento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento