rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Rapina con pestaggio in piazza Rosselli, poliziotto in aula: "La vittima venne sanguinante in Questura"

Un agente della squadra mobile, insieme ad alcuni colleghi, si precipitò per bloccare i due aggressori

“Un uomo col volto sanguinante venne in Questura a dirci che, a pochi metri, era stato colpito con dei pugni e rapinato del borsello con dentro cinque banconote da 100 euro. Sono uscito con un collega a cercare i due aggressori e li abbiamo individuati in base alla descrizione”: il poliziotto della squadra mobile Aurelio Gentile racconta così, in aula, le indagini lampo e l’arresto di una coppia che aveva appena commesso una rapina violenta in piazza Rosselli ai danni di un uomo di 56 anni. La vittima sarebbe stata colpita con pugni al volto da due romeni che gli hanno sottratto il marsupio.

Il processo ha seguito due binari paralleli. Elvis Betean, 31 anni, è stato già condannato a tre anni di reclusione in due gradi di giudizio. La seconda imputata è la moglie Sinziana Maria Cutitariu di 19 anni, arrestata anche lei in flagranza di reato il 2 marzo del 2017 ma fuggita da tempo, dopo che nei suoi confronti erano stati applicati gli arresti domiciliari. La donna è ancora latitante. Ieri, davanti ai giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, è stato ascoltato il poliziotto che, rispondendo al pubblico ministero Sara Varazi, ha ricostruito la vicenda. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina con pestaggio in piazza Rosselli, poliziotto in aula: "La vittima venne sanguinante in Questura"

AgrigentoNotizie è in caricamento