menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto ARCHIVIO

foto ARCHIVIO

Rapina con pestaggio alla stazione dei bus, condannata anche la donna fuggita dopo l'arresto

I giudici hanno inflitto 3 anni e 6 mesi di reclusione a Sinziana Maria Cutitariu, 20 anni, latitante dal 2017

Rapina violenta in piazza Rosselli, alla stazione dei pullman: dopo averla cercata per anni, senza rintracciarla, la seconda imputata è stata processata e condannata in stato di latitanza.

I giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno inflitto 3 anni e 6 mesi di reclusione a Sinziana Maria Cutitariu di 20 anni, arrestata anche lei in flagranza di reato il 2 marzo del 2017 ma fuggita da tempo, dopo che nei suoi confronti erano stati applicati gli arresti domiciliari. La donna insieme al marito Elvis Betean, 32 anni, già condannato definitivamente a tre anni di reclusione, avrebbe aggredito un uomo di 56 anni colpendolo con dei pugni al volto per sottrargli il marsupio.

La vittima andò nella vicina Questura per raccontare di essere stata rapinata facendo scattare l'inseguimento e gli arresti. Il pubblico ministero Emiliana Busto aveva chiesto la condanna a sei anni di reclusione. La vittima si è costituita parte civile con l'assistenza dell'avvocato Salvatore Cusumano. I giudici hanno stabilito pure il risarcimento del danno di 2.000 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Attualità

Solidarietà, via al progetto: "In Strada con i senza... niente"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento