"Rapinò 50 euro da una tabaccheria", ammesso al giudizio abbreviato

Michele Acquisto, 41 anni, che venne arrestato dai carabinieri resta intanto agli arresti domiciliari

(foto ARCHIVIO)

È stato ammesso al giudizio abbreviato e sarà processato il 12 settembre. Rimane, intanto, agli arresti domiciliari mentre la persona offesa non si è costituita parte civile. E' questa la vicenda giudiziaria - ricostruita oggi dal Giornale di Sicilia - di Michele Acquisto, 41 anni, che avrebbe rapinato una tabaccheria di Ribera con un magro bottino: appena 50 euro, dandosi poi alla fuga e venendo rintracciato ed arrestato poco dopo dai carabinieri.

La Procura della Repubblica di Sciacca aveva chiesto il giudizio immediato per Acquisto, ma il processo, su istanza della difesa, sarà celebrato con il rito abbreviato. L'imputato è difeso dall'avvocato Lucia Borsellino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento