menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rapina a casa di una donna insieme a due minori", chiesto rinvio a giudizio per 21enne

Il giovane si sarebbe introdotto nell'abitazione dopo avere minacciato il figlio della vittima e un suo amico. La difesa chiede un interrogatorio

Forza la porta di ingresso di uno stabile a calci e, insieme a due complici minorenni, minaccia un giovane e un suo amico per farsi aprire la porta dell'appartamento e mettere a segno la rapina.

La vittima è costretta ad aprire e i tre rapinatori portano via una serie di oggetti dall'appartamento. Per quell'episodio, avvenuto il 28 ottobre del 2018, la Procura della Repubblica ha chiesto il rinvio a giudizio.

Il pubblico ministero Alessandra Russo, nel frattempo trasferita alla Procura etnea, contesta al ventunenne Calogero Cipolla le accuse di rapina aggravata e violazione di domicilio. A decidere sulla richiesta di mandarlo a processo sarà il giudice dell'udienza preliminare Stefano Zammuto. 

Il difensore dell'imputato, l'avvocato Gianfranco Pilato, ha chiesto l'interrogatorio del suo assistito e l'udienza è stata messa in calendario per il 25 maggio. L'episodio al centro della vicenda giudiziaria risale al 28 ottobre del 2018. Cipolla, insieme a due minorenni, la cui posizione è stata stralciata e sarà definita a parte, avrebbe prima sfondato a calci il portone di ingresso di uno stabile e poi costretto due giovani ad aprire la porta dell'appartamento di proprietà della madre di uno di loro.

Dall'appartamento, quindi, sarebbero stati sottratti un portafogli maschile e svariati altri oggetti fra cui una collana, un bracciale e un paio di orecchini contenuti in un cofanetto.

Sia l'accusa di rapina che quella di danneggiamento sono aggravate. L'imputato, adesso, vuole provare a chiarire la propria posizione attraverso un interrogatorio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento