rotate-mobile
La sentenza / Sciacca

"Non rapinò un’agenzia di assicurazioni portando via 800 euro", assolto 26enne

Secondo le accuse sarebbe entrato in azione con il volto coperto da un caso e minacciando con una pistola il direttore dell’ufficio

Era accusato di avere rapinato un’agenzia di assicurazioni riuscendo a fuggire con un bottino di ben 800 euro. Il tribunale di Sciacca lo ha assolto per insufficienza di prove.

Si tratta del 26enne menfitano Francesco Sabella. Il giudice ha accolto la testi difensiva sostenuta dall’avvocato Lillo Santangelo mentre invece il pubblico ministero aveva chiesto la condanna dell’imputato a 4 anni e 8 mesi di reclusione.

Secondo le accuse Sabella, il 7 maggio del 2018, sarebbe entrato nell’agenzia con il volto coperto da un casco e avrebbe anche minacciato con una pistola il direttore dell’agenzia per farsi consegnare i soldi. Poi sarebbe riuscito a fuggire con l’aiuto di un complice, che lo attendeva all’esternoentrato, a bordo di una moto senza targa.

Venne poi identificato dai carabinieri ad un posto di blocco sulla strada statale 624. I militari, durante la perquisizione, rinvennero un panetto di hashish ed una pistola a gas, senza tappo rosso, ritenuta compatibile con quella utilizzata per la rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non rapinò un’agenzia di assicurazioni portando via 800 euro", assolto 26enne

AgrigentoNotizie è in caricamento