menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un branco di randagi

Un branco di randagi

Per sfuggire ai randagi sbatte contro un palo, chiesti 176 mila euro di risarcimento

L'agrigentino è rimasto gravemente ferito e, ricoverato all’ospedale “San Giovanni di Dio”, ha dovuto subire diversi interventi chirurgici

Randagismo e strade dissestate. Le due “tradizionali” emergenze di Agrigento hanno fatto finire, ancora una volta, davanti al tribunale il Comune. A citare in giudizio l’ente – chiedendo un maxi risarcimento: ben 176.128,95 euro – è stato un agrigentino. L’uomo, il 5 ottobre del 2015, mentre percorreva, in sella alla propria motocicletta, il viale Dei Giardini, a San Leone, veniva improvvisamente attaccato da un branco di cani randagi. Nel tentativo di evitare i randagi e dunque un’aggressione, il centauro è incappato in una buca presente sul manto stradale. Ha perso dunque il controllo della due ruote ed è finito contro un palo dell’illuminazione pubblica.

E’ rimasto gravemente ferito e, ricoverato all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, ha dovuto subire diversi interventi chirurgici. Adesso, ha citato il Municipio davanti al tribunale di Agrigento per chiedere il risarcimento dei danni che è stato, appunto, quantificato in complessivi 176.128,95 euro. Il Comune non ci sta però a pagare e il sindaco Lillo Firetto ha autorizzato la costituzione in giudizio dell’ente. Firetto ha anche conferito l’incarico di difesa e rappresentanza al funzionario specialista del primo settore di palazzo dei Giganti, l’avvocato Agata Vecchio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento