Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

Non è escluso che ad attendere i criminali che hanno fatto irruzione in un istituto di credito vi fosse un "palo". I carabinieri del comando provinciale stanno setacciando tutte le telecamere del paese. In campo c'è anche la sezione Investigazioni scientifiche

Pattuglie dei carabinieri in azione

Due malviventi, parzialmente travisati e apparentemente non armati, hanno rapinato la banca popolare Sant'Angelo di via Porta Agrigento a Raffadali. I criminali, nel pomeriggio, dopo aver fatto irruzione e aver minacciato chi in quel momento era alla cassa, sono riusciti a farsi consegnare tutto il denaro custodito. Un bottino importante: circa 50 mila euro. Arraffati i soldi, i due sono scappati a gambe levate dall'agenzia della banca. Stando alle primissime indiscrezioni raccolte dai carabinieri, pare che si siano allontanati a piedi. Ma non escluso - anzi sembrerebbe essere assai probabile - che all'esterno, magari in un angolo non proprio evidente della zona, vi fosse un "palo". Un complice che avrebbe monitorato la zona, pronto eventualmente a lanciare l'allarme. Un "compare" che, verosimilmente, attendeva i due con il motore acceso di un'autovettura. 

In via Porta Agrigento, scattato l'allarme, si sono precipitati i carabinieri della stazione di Raffadali e quelli del comando provinciale di Agrigento. I militari dell'Arma stanno svolgendo serrate indagini. Sono state setacciate - e il lavoro è ancora in corso - tutte le telecamere del paese per appurare eventuali anomalie. In campo c'è anche la sezione Investigazioni scientifiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli, in ogni angolo del paese e lungo le principali strade statali, sono ancora in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento