L'emergenza di palazzo Panzera, Girgenti Acque: "Le piogge hanno messo in crisi il sistema di smaltimento reflui"

La società: "L’esubero delle acque meteoriche provocano l’infiltrazione all’interno del vano scantinato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Girgenti Acque tiene a precisare che la situazione inerente il palazzo ‘Panzera’, sito in via Porta Palermo a Raffadali, è stata sempre attenzionata, e che tutte le segnalazioni pervenute, inerenti detto immobile, sono state tempestivamente riscontrate con l’intervento della squadra tecnica, e laddove necessario si è proceduto al monitoraggio e la disostruzione del collettore fognario.

La problematica inerente questo stabile si rintraccia nella via Stalin, alle spalle dell’immobile in questione. Detta via mostra la presenza di un impluvio in prossimità degli scantinati dell’immobile, dove è ivi presente una caditoia a nastro, per la raccolta delle acque bianche, la quale recapita all’interno del collettore delle acque nere insistente nella Via Stalin.

E’ di chiara evidenza che le recenti precipitazioni, risultate copiose, hanno messo in crisi il sistema di smaltimento reflui, che non è adeguatamente dimensionato a smaltire il flusso delle acque meteoriche in condizioni eccezionali. L’esubero delle acque meteoriche, non smaltite dal sistema fognario esistente, provocano l’infiltrazione all’interno del vano scantinato del palazzo ‘Panzera’, che tra l’altro risulta sottomesso rispetto al piano stradale.

La prova evidente di ciò è data dalla circostanza che, gli inquilini del palazzo consapevoli di tale situazione, hanno installato di moto proprio, un pozzetto all’interno dello scantinato con una pompa di ‘sentina’, al fine di smaltire le eventuali infiltrazioni.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento