rotate-mobile
Cronaca Raffadali

Cocaina tagliata con Tachipirina e spaccio in piazza, scena muta dei quattro arrestati

Gli indagati, comparsi davanti al gip, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere: l'inchiesta approderà al riesame

Scena muta davanti al gip: i quattro indagati, destinatari di una misura cautelare nell'ambito dell'inchiesta che ha sgominato un giro di droga a Raffadali, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Agli arresti domiciliari sono stati posti: Calogero Nocera, 25 anni di Raffadali; Azzurra Luparello, 23 anni, di Favara e Giovanni Valenti, 47 anni di Favara. L'obbligo di dimora nel Comune di residenza è stato invece imposto al libico 33enne Ashraf Sufian.

Gli indagati, difesi dagli avvocati Calogero Lo Giudice, Giuseppe Barba e Tatiana Pletto, hanno comunicato al gip Francesco Provenzano la propria decisione di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Ad incastrare i pusher sono state le telecamere. Grandi "occhi" piazzati su piazza Progresso e sulle vicine che hanno permesso di circostanziare, sostiene l'accusa, numerosi episodi di spaccio di marijuana, hashish, ma soprattutto cocaina. "Coca" che veniva tagliata con la Tachipirina. La droga è risultata essere proveniente, per la maggior parte, da Palermo.

L'attività investigativa dei carabinieri di Raffadali e della compagnia di Agrigento, tutti coordinati dal maggiore Marco La Rovere, e tutti gli elementi probatori raccolti hanno portato - su richiesta del pm Sara Varazi - all'emissione da parte del gip del provvedimento cautelare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina tagliata con Tachipirina e spaccio in piazza, scena muta dei quattro arrestati

AgrigentoNotizie è in caricamento