rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Raffadali

"Ho perso il controllo dopo l'ennesima aggressione", il papà poliziotto racconta anni di violenze e minacce

Gaetano Rampello, 57enne assistente capo in servizio alla Questura di Catania, durante l'interrogatorio, ha ammesso i fatti. "Mi picchiava perchè voleva continuamente soldi". L'uomo si è consegnato ai carabinieri spontaneamente

"Bastardo e uomo di m... mi devi dare altri 15 euro": Gaetano Rampello, 57 anni, assistente capo della polizia di Stato in servizio alla Questura di Catania, al culmine dell'ennesima aggressione, ha estratto la la pistola di ordinanza e, di fatto, ha scaricato un intero caricatore addosso al figlio ventiquattrenne Vincenzo Gabriele.

L'agente, assistito dal suo difensore, l'avvocato Daniela Posante, ha reso una piena confessione ai carabinieri che ha contattato subito dopo l'omicidio dicendo dove si trovava e facendosi arrestare mentre era seduto su una panchina. Poco prima di interrogarlo il pubblico ministero Chiara Bisso aveva fatto disporre l'esame dello stub.

Rampello ha svelato il movente del delitto da inquadrare nel profondo disagio vissuto all'interno della famiglia per le condizioni di salute del ragazzo che aveva dei problemi psichici e, per tre anni, secondo il racconto fatto dal poliziotto, era stato ricoverato in una struttura. Il ventiquattrenne, che viveva solo dopo la separazione dei genitori, pare avesse il vizio di spendere troppi soldi negli acquisti on line. 

"Gli davo 600 euro al mese ma non gli bastavano mai, mi picchiava e minacciava sempre per i soldi". Questa mattina l'ennesima lite, per strada, dove padre e figlio si erano incontrati in seguito all'ultima richiesta di denaro. "Mi ha telefonato chiedendomi 30 euro - avrebbe detto durante l'interrogatorio -, quando glieli ho dati ha iniziato a insultarmi e minacciarmi dicendomi che ne voleva 50. Mi ha aggredito e sfilato il portafogli prendendo altri 15 euro, di più non avevo in tasca. A quel punto ho avuto un corto circuito e gli ho sparato non so quanti colpi".

Il ragazzo aveva accumulato una serie di denunce da parte del padre per le numerose aggressioni del recente passato.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho perso il controllo dopo l'ennesima aggressione", il papà poliziotto racconta anni di violenze e minacce

AgrigentoNotizie è in caricamento