rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Raffadali

Calci e pugni alla compagna, chiesto rinvio a giudizio di trentunenne

L'uomo è accusato di maltrattamenti e lesioni aggravate: l’indagine scaturisce dalle denunce dei parenti della ventottenne sudamericana

A giudizio con le accuse di maltrattamenti e lesioni aggravate: il pubblico ministero Gloria Andreoli ha chiesto il processo per un trentunenne di Raffadali, Dominik Mirko Natalello, al quale solo nei mesi scorsi il gip ha revocato la misura del divieto di avvicinamento alla moglie e ai tre figli. 

Accuse che la donna, assistita dall'avvocato Annalisa Lentini, ha confermato, pur con qualche ritrosia e con le perplessità della psicologa che l'ha ritenuta "suggestionata", nell'incidente probatorio. L'indagato fra il giugno del 2019 e il febbraio dell'anno scorso, avrebbe costretto la moglie e i tre figli a vivere in un clima di gravi vessazioni.

L’indagine scaturisce dalle denunce dei parenti della ventottenne sudamericana che, dopo avere appreso delle violenze subite dalla donna e dai due figli minori, denunciarono i fatti al commissariato di Busto Arsizio, dove vivevano. I poliziotti contattarono i colleghi della squadra mobile di Agrigento e l’indagine trovò conferme dalle dichiarazioni della donna che raccontò di essere stata ripetutamente picchiata con calci e pugni. 

La vicenda, adesso, approda in aula per l'udienza preliminare fissata, per prossimo 24 novembre, davanti al giudice Micaela Raimondo. Il difensore, l'avvocato Salvatore Cusumano, potrà chiedere un rito alternativo come il giudizio abbreviato o il patteggiamento. In caso contrario sarà il giudice a decidere se disporre il rinvio a giudizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni alla compagna, chiesto rinvio a giudizio di trentunenne

AgrigentoNotizie è in caricamento