L'incidente domestico di Raffadali, il trentaquattrenne è in coma

E' stato trasferito in elisoccorso all'ospedale "Villa Sofia" di Palermo. Il giovane è precipitato dal balcone della propria abitazione, posto al terzo piano, da dove stava scaricando dei sacchi di sansa

Con elisoccorso, il trentaquattrenne è stato trasferito all'ospedale "Villa Sofia"

E' in coma il trentaquattrenne, G. C., che ieri pomeriggio è precipitato dal balcone della propria abitazione, posto al terzo piano di un palazzo. Balcone da dove stava - secondo quanto è stato accertato e ricostruito dai carabinieri della stazione di Raffadali - scaricando dei sacchi di sansa che avrebbero dovuto alimentare una caldaia o una stufa.

Non è ancora chiaro cosa sia effettivamente accaduto. Forse si è rotto il montacarichi. Forse il trentaquattrenne si è sporto eccessivamente e qualche cosa non ha retto. Di fatto però, si è verificato l'incidente domestico: il giovane è precipitato da un'altezza di 11 metri.

Subito sono scattati i soccorsi nel quartiere Voltano, in via A10, a Raffadali ed il trentaquattrenne è stato trasportato all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. Il quadro clinico è stato ritenuto, fin da subito, molto delicato. Il giovane, secondo quanto accertato dai militari dell'Arma, è in coma. Con un elisoccorso già durante la notte è stato trasferito all'ospedale "Villa Sofia" di Palermo.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento