rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Raffadali

Cocaina tagliata con tachipirina e spaccio in piazza, giudizio immediato per due indagati

Al via il dibattimento dopo la decisione del gip di mandarli a processo senza l'udienza preliminare: un terzo imputato ha scelto il rito abbreviato

Giudizio immediato per i tre indagati, destinatari lo scorso ottobre di una misura cautelare nell'ambito di un'inchiesta dei carabinieri che ha sgominato un giro di droga a Raffadali.

Agli arresti domiciliari erano stati posti: Calogero Nocera, 25 anni di Raffadali; Azzurra Luparello, 23 anni, di Favara e Giovanni Valenti, 47 anni di Favara. L'obbligo di dimora nel Comune di residenza era stato invece imposto al libico 33enne Ashraf Sufian.

La posizione di quest'ultimo è stata stralciata. Il difensore di Valenti, l'avvocato Giuseppe Barba, subito dopo la notifica del provvedimento del gip che disponeva il processo senza il filtro dell'udienza preliminare, ha scelto la strategia processuale del rito abbreviato. Nocera e Luparello, invece, che hanno nominato come difensore l'avvocato Calogero Lo Giudice, sono comparsi davanti ai giudici della seconda sezione penale per l'inizio del dibattimento.

Il presidente del collegio ha ammesso i mezzi di prova del pm Giulia Sbocchia e dello stesso difensore e rinviato al 30 marzo per sentire i primi testi. Ad incastrare i pusher sarebbero state le telecamere puntate su piazza Progresso e sulle vicine vie che hanno permesso di circostanziare, sostiene l'accusa, numerosi episodi di spaccio di marijuana, hashish, ma soprattutto cocaina. "Coca" che veniva tagliata con la Tachipirina. La droga è risultata essere proveniente, per la maggior parte, da Palermo.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina tagliata con tachipirina e spaccio in piazza, giudizio immediato per due indagati

AgrigentoNotizie è in caricamento