rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Raffadali

Aggressione ai carabinieri dopo lite col vicino? Assolto ventiquattrenne

Calogero Nocera era stato arrestato per l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Il giudice: "Non c'è stata violenza fisica per impedire l'intervento dei militari"

"Non è stato accertato che la condotta dell'imputato si sia estrinsecata in un gesto di violenza tale da impedire l'operato dei carabinieri". Con queste motivazioni il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Nicoletta Sciarratta, ha assolto il ventiquattrenne di Raffadali, Calogero Nocera, arrestato il 2 giugno dai carabinieri con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Il giovane, che ha nominato come difensore l'avvocato Calogero Lo Giudice, era accusato d’essersi scagliato contro i militari spintonandoli lungo le scale, divincolandosi dal tentativo dei carabinieri di trattenerlo dopo un litigio con il vicino di casa.

Nocera, inoltre, avrebbe anche insultato i due militari della stazione di Raffadali, intervenuti in quel condominio – e a quanto pare non era neanche la prima volta – per riportare la calma. Pare che fra i due vicini di casa, per presunti schiamazzi e musica ad alto volume anche durante le ore serali, i rapporti non fossero dei migliori e i litigi in passato fossero stati numerosi.

Il pubblico ministero Roberto Gambina aveva chiesto la condanna a 4 mesi di reclusione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione ai carabinieri dopo lite col vicino? Assolto ventiquattrenne

AgrigentoNotizie è in caricamento