Lunedì, 15 Luglio 2024
La precisazione

Radiato dall’Ordine degli avvocati? Arnone smentisce: “Ho deciso di cancellarmi per mia scelta”

Il professionista precisa che la sua azione volontaria azzera tutte le procedure disciplinari in atto e che per questo motivo non ha approntato alcuna difesa in ordine al procedimento “illegittimamente concluso con la radiazione”

Nessuna radiazione definitiva dall’Ordine degli avvocati ma la decisione volontaria di cancellarsi. Giuseppe Arnone smentisce così la notizia diffusa ieri, martedì 28 giugno, dall’Ordine degli avvocati di Agrigento precisando che la sua scelta di cancellarsi risale al 12 gennaio del 2021 e che tale azione ”azzera tutte le procedure disciplinari in atto”.

"Falsa la notizia della mia radiazione - notizia inveritiera da parte degli organi Forensi" - premette subito il professionista agrigentino -. "Per propria scelta, lo scrivente è 'cancellato' dall'Ordine degli avvocati di Agrigento a far data dal 12 gennaio 2021. Tale cancellazione azzera tutte le procedure disciplinari in atto".

”Per tale ragione - prosegue Arnone - non ho partecipato né posto in essere alcuna difesa in ordine al procedimento disciplinare illegittimamente concluso con la radiazione. E ciò in quanto il Consiglio di disciplina degli avvocati non ha alcun potere disciplinare nei confronti degli avvocati cancellati. E neanche ho ritenuto di impugnare tale decisione perché palesemente inesistente, emessa in totale carenza di potere nei miei confronti. Faccio presente che ho già reso noto al Consiglio nazionale forense, lo scorso 18 maggio, la mia posizione di 'avvocato cancellato dall’Ordine' che non ha impugnato l’illegittimo provvedimento di radiazione. E ciò rileva anche ai fini di un eventuale risarcimento del danno, con pec inviata venerdì 24 giugno scorso, il sottoscritto ha ricordato al Consiglio distrettuale disciplinare la propria posizione di 'avvocato cancellato dall’Ordine'.

Ordine degli avvocati: radiazione definitiva per Giuseppe Arnone

Ed ancora Arnone precisa e spiega che “l’avvocato cancellato ha il pieno diritto di avvalersi di tale titolo. La reiscrizione dell’avvocato cancellato non conosce limiti temporali, per cui lo scrivente è titolato, dalla legge, a potere richiedere l’iscrizione già da domani. Diversa invece è la posizione dell’avvocato “radiato” che deve attendere ben 5 anni dalla radiazione per proporre richiesta di iscrizione”. E aggiunge: “La decisione di avvalermi della cancellazione è dovuta alla volontà di impegnarmi, per quest’anno, nel modo più incisivo e aspro, nella battaglia contro i magistrati corrotti ed infedeli, nonché contro gli avvocati mascalzoni e farabutti utilizzando i mezzi mediatici. Prima di tutto il canale Youtube: strumenti di comunicazione che troverebbero ostacolo nelle regole deontologiche alle quali è tenuto l’avvocato iscritto all’Albo“. 

E infine: “Il consiglio di disciplina presieduto da Nino Gaziano, sarà chiamato a risarcire i danni in merito a tale comunicazione falsa e lesiva qualora non provvedesse a smentirla. Lo stesso consiglio era ben consapevole che il sottoscritto era cancellato e per altro avrebbe dovuto già interrogarsi in ordine alla mancata impugnazione e alla mancata partecipazione al procedimento disciplinare concluso con la illegittima radiazione. Inutile sottolineare in che misura l’Ordine degli avvocati sia tenuto a diffondere la smentita a tutti gli iscritti, avendo inoltrato alle pec di tutti gli avvocati agrigentini la notizia falsa della radiazione“.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radiato dall’Ordine degli avvocati? Arnone smentisce: “Ho deciso di cancellarmi per mia scelta”
AgrigentoNotizie è in caricamento