Sabato, 20 Luglio 2024
Racket / Licata

"Dacci 50 euro a settimana o ti bruciamo il locale e ti facciamo uccidere": 3 a giudizio

Il venditore di kebab, dopo la richiesta estorsiva, sarebbe stato brutalmente picchiato a calci

"Dacci 50 euro a settimana, altrimenti ti incendiamo il locale e mandiamo un nostro amico a ucciderti": al rifiuto del commerciante i tre lo avrebbero brutalmente picchiato a calci facendolo finire in ospedale.

Il proprietario di un negozio di kabab pakistano, anziché sottostare alle richieste, li denuncia e per i tre bangladesi scatta la richiesta di rinvio a giudizio per tentata estorsione e lesioni aggravate.

L'episodio al centro del procedimento sarebbe avvenuto il 28 agosto del 2022 all'interno dell'attività di corso Umberto, a Licata. Uno dei tre imputati, nel frattempo, è riuscito a rendersi irreperibile.

La difesa degli altri due stranieri, con l'avvocato Gianfranco Pilato, ha chiesto il giudizio abbreviato con la condizione di sentire un testimone e gli stessi imputati. La loro versione è che si sarebbero soltanto prestati per sollecitare il pagamento di un loro connazionale che aveva lavorato alle dipendenze del commerciante ma senza commettere alcuna violenza.

Il giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Giuseppa Zampino, ha poi rinviato al 17 settembre per la requisitoria del pm e le arringhe conclusive.

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dacci 50 euro a settimana o ti bruciamo il locale e ti facciamo uccidere": 3 a giudizio
AgrigentoNotizie è in caricamento