rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
I controlli / Canicattì

Otto lavoratori in nero su 11 e varie irregolarità: stangata da 42 mila euro e denuncia per imprenditore

Adottato anche il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale. Una decisione che però avrà decorrenza ed efficacia differita e questo per evitare danni causati dall’immediata interruzione del ciclo produttivo

Otto lavoratori su undici – quattro romeni e quattro bengalesi – sono risultati essere “in nero”. Ma sono state riscontrate anche gravi violazioni in materia di sicurezza, motivo per il quale sono state elevate ammende per complessivi 22.017 euro e sanzioni amministrative per 20.880 euro. I carabinieri del Nil - durante una raffica di controlli sulle aziende, di ogni tipo – sono arrivati, assieme ai carabinieri della stazione competente, in contrada Grottarossa, al confine fra Canicattì e Serradifalco. E hanno ispezionato, appunto, un’azienda che si occupa della raccolta di uva. Il titolare, un canicattinese cinquantasettenne, è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica. E’ stato infatti ritenuto responsabile, dai carabinieri, di mancata formazione e informazione dei lavoratori, di omessa sorveglianza sanitaria, di non aver fornito ai lavoratori i necessari dispositivi di sicurezza e di non aver nominato gli addetti di primo soccorso, emergenza ed evacuazione. Oltre alla denuncia penale e alla raffica di ammende e sanzioni amministrative, i militari dell’Arma hanno adottato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale. Un provvedimento che però avrà decorrenza ed efficacia – è stato stabilito – differita e questo per evitare danni causati dall’immediata interruzione del ciclo produttivo. Non hanno potuto fare altrimenti, del resto, gli investigatori visto che hanno trovato al lavoro quattro romeni e altrettanti bengalesi – sugli undici complessivamente presenti – senza alcun contratto di lavoro, dunque “in nero”.

Fino ad ora, un po’ in tutti i Comuni dell’Agrigentino, i carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro si sono concentrati – effettuando controlli su controlli – sulle aziende edili. Adesso, essendo arrivato il tempo della raccolta dell’uva, inevitabilmente, verranno verificati – come dimostra il caso di Grottarossa – anche questo tipo di attività imprenditoriali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto lavoratori in nero su 11 e varie irregolarità: stangata da 42 mila euro e denuncia per imprenditore

AgrigentoNotizie è in caricamento