menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un autocompattatore in azione

Un autocompattatore in azione

Raccolta rifiuti, tre discariche per i 19 Comuni: aumentano i costi a carico dei cittadini

A partire da oggi e fino al prossimo 13 settembre, gli autocompattatori si sposteranno fino a Lentini, Melilli e Trapani. L'emergenza è scoppiata dopo la chiusura dell'impianto di Siculiana

Conferiranno a Lentini, Melilli e Trapani. Sono i 19 Comuni dell'Agrigentino dove, dallo scorso primo settembre, a causa della chiusura della discarica di Siculiana, la raccolta dei rifiuti è ferma. Cittadine dove, già da qualche giorno, è emergenza igienico-sanitaria.  

A partire da oggi e fino al prossimo 13 settembre, a giorni alterni e per un quantitativo limitato di rifiuti, - su disposizione del dipartimento regionale - all'impianto di Lentini conferiranno i Comuni di Castrofilippo, Grotte, Joppolo Giancaxio, Naro, Realmonte, Sant’Angelo Muxaro, Siculiana e Lampedusa.

A Melilli finiranno, invece, i rifiuti di Aragona, Camastra, Montallegro, Naro, Racalmuto, Ravanusa, Raffadali e un'altra parte di spazzatura raccolta a Lampedusa.

Trapani saranno, invece, costretti a recarsi gli autocompattatori di Cammarata, Casteltermini, Comitini, San Giovanni Gemini e Santa Elisabetta.

Spazzatura spostata da una parte all'altra della Sicilia che, naturalmente, avrà un costo maggiore sui Comuni e dunque sulle tasche dei contribuenti.

Determinante è stato, ancora una volta, l'intervento del prefetto Nicola Diomede. E proprio da lui, i sindaci tornernano a partire da lunedì per fare pressioni. Il rischio è infatti quello di ripiombare in piena emergenza raccolta rifiuti a partire da giorno 14.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento