rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Raccolta differenziata dei rifiuti, è arrivata l'ennesima proroga

Il provvedimento è stato firmato dal sindaco per assicurare la prosecuzione dei contratti per i servizi di gestione integrata. Il tutto, come sempre, “per non determinare gravi pregiudizi per la salute e l’igiene pubblica”

Da una proroga all’altra. Quella firmata, dal sindaco Lillo Firetto, nelle ultime ore fino al 20 novembre. E sempre per assicurare la prosecuzione dei contratti per i servizi di gestione integrata dei rifiuti. Il tutto, come sempre, “per non determinare gravi pregiudizi per la salute e l’igiene pubblica”.

L’inizio del nuovo appalto – per la raccolta dei rifiuti, con il “porta a porta”, - era stato già prorogato questa estate, era luglio, e poi lo scorso 20 settembre.

All’inizio – era luglio appunto – emerse la necessità d’avviare una contrattazione sindacale visto che il nuovo appalto prevede un numero minore di lavoratori rispetto a quelli attuali. Si decise per una proroga tecnica, opportuna e indispensabile per garantire il servizio di raccolta dei rifiuti. Una proroga di 60 giorni. Lo scorso 20 settembre arrivò poi la comunicazione della Srr Agrigento Est: non erano state ancora individuate le stazioni di conferimento dei rifiuti. Quindi, l’amministrazione non ebbe altra strada da percorrere che quella dell’ennesima proroga. Venerdì, la Srr ha comunicato che non sono complete le procedure di individuazione delle stazioni di conferimento dei rifiuti differenziati. “Ritenuto necessario e urgente assumere provvedimenti contingibili che garantiscono la continuità dei servizi – hanno scritto da palazzo dei Giganti – nelle more che la Srr At4 Agrigento Est definisca le procedure di gara relative all’appalto dei servizi correlati al ciclo dei rifiuti”, Firetto ha firmato una nuova – ennesima – proroga. Perché, ancora una volta, è stata richiamata la “necessità di tutelare la salute pubblica e dell’ambiente”.

Rinvii su rinvii, dunque. Chi s’aspettava che, in queste settimane, entrassero in vigore nuovi servizi dovrà restare, inevitabilmente, deluso. Perché la storia sembra ripetersi. Si tratta di lentezza burocratica? Ci sono intoppi? O, invece, si era stati troppo ottimisti e facili agli annunci?

A lasciare intravedere nere nubi all’orizzonte anche un altro fatto: c’è un ricorso al Tar dal Comune di Licata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata dei rifiuti, è arrivata l'ennesima proroga

AgrigentoNotizie è in caricamento