Differenziata a Villaseta e Monserrato, Vullo: "Disorganizzazione organizzata"

Il consigliere comunale di Agrigento punta l’indice contro l’amministrazione Firetto, rea, a suo dire, di avere gestito la vicenda "in modo superficiale, tanto da sfuggirle di mano"

Contenitori per la differenziata

“Una disorganizzazione organizzata quella messa in piedi a Villaseta e Monserrato per l’avvio della raccolta differenziata”. Il consigliere comunale di Agrigento, Marco Vullo, punta l’indice contro l’amministrazione Firetto, rea, a suo dire, di avere gestito la vicenda "in modo superficiale, tanto da sfuggirle di mano".

"Ma c’è di più – aggiunge l’esponente del gruppo 'Uniti per la Città' – l’esecutivo di Palazzo dei Giganti prova a scaricare le proprie responsabilità sui cittadini, i quali oltre al danno rischiano di subire la beffa. Adesso viene fuori, infatti, che il Comune sarebbe sul punto di elevare le multe alle famiglie che non hanno ancora provveduto a ritirare i contenitori. Assurdo. Ma andiamo con ordine".

"Gli abitanti delle due frazioni - aggiunge Vullo - non sono stati preventivamente e formalmente avvisati dell’inizio del servizio porta a porta: ecco il peccato originale commesso dall’amministrazione. E da lì si innescano e si susseguono le altre colpe, distribuite in più fasi. I cestelli, in un primo momento, sono stati assegnati alla carlona, cioè senza alcun preciso riscontro. Successivamente, per riparare all’errore, l’assessore al ramo ha pensato di doverli consegnare solo a coloro che risultassero iscritti all’anagrafe tributaria. Nuova ed ultima indicazione: per potere ricevere i contenitori – è stato comunicato -  bisogna compilare un modulo nel quale vanno inseriti i riferimenti catastali dell’abitazione, dimenticando che a Villaseta e a Monserrato ci sono parecchie anomalie in materia edilizia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Va da sé dunque che la distribuzione vada a rilento, complice anche il poco personale utilizzato, e presenti delle falle, con inevitabili disagi, disservizi, tensioni e soprattutto con il concreto rischio igienico-sanitario per i diversi cumuli di spazzatura disseminati qua e là in giro nei due quartieri.  E allora invece di prendersela con i cittadini – conclude Marco Vullo – il sindaco Firetto e l’assessore Fontana comincino a lavorare in modo serio e responsabile, mettendo i residenti nelle condizioni di fare la differenziata, senza agitare lo spettro delle multe. Quello che serve sono il dialogo con il territorio, il confronto e una informazione puntuale ed efficace”.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Palma sotto choc per la morte di Marchese, il sindaco: "Siamo sgomenti per il brutale omicidio"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento