menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Birre e vassoi di rosticceria, l'indifferenziata "padrona" delle spiagge

Gli operatori manualmente si occuperanno di svuotare i cestini e di trasferire i rifiuti sul mezzo che li porterà al punto di raccolta

Non soltanto bottiglie di birra, lattine di CocaCola e vassoi da rosticceria. Sull’arenile della prima spiaggia di San Leone, ieri mattina, c’erano anche diversi sacchetti della spazzatura – naturalmente indifferenziata - . 

“Siamo già partiti su San Leone, così come su Porto Empedocle, con la pulizia meccanica: i macchinari hanno già rivoltato gli arenili – ha spiegato ieri, replicando, l’amministratore delegato dell’Iseda (che si occupa anche della pulizia degli arenili) Giancarlo Alongi -. Tra qualche giorno prenderà il via la pulizia quotidiana ordinaria, ossia la mattina saranno in azione i pulisci spiagge e gli operatori ecologici si occuperanno di svuotare i cestini. Cestini che verranno sistemati se non entro questo week end all’inizio della prossima settimana. Quindi, gli operatori manualmente si occuperanno di svuotare i cestini e di trasferire i rifiuti sul mezzo che li porterà al punto di raccolta, mentre i pulisci spiagge sistematicamente ripuliranno gli arenili”. A San Leone come a Porto Empedocle, dunque, in questo momento, è stata già fatta la pulizia più grossa: quella post inverno. Cosa diversa, invece, a Realmonte – dove il servizio è stato anticipato – e dove sono stati già collocati i cestini e dove è in corso la pulizia ordinaria quotidiana.

In spiaggia però la raccolta dei rifiuti non potrà che essere indifferenziata. E questo è un dettaglio di non poco conto. Un dettaglio che farà calare il dato del quasi il 70 per cento già raggiunto dal Comune di Agrigento. “Ogni anno, con l’avvento della stagione estive, le percentuali di raccolta differenziata calano – ha spiegato ieri l’Ad dell’Iseda, Giancarlo Alongi - . E non lo dico per essere disfattista, ma perché è già successo a Porto Empedocle e a Realmonte. Portando i rifiuti indifferenziati raccolti in spiaggia in discarica, il dato percentuale inevitabilmente tende ad abbassarsi. E’ una cosa fisiologica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento