Differenziata, Hamel: "Multe a chi ha sbagliato? Non erano opportune"

L'assessore all'Ecologia è intervenuto nuovamente sulle sanzioni, derubricando tutto ad un eccesso di zelo da parte di chi ha fatto i controlli

Le multe per errato conferimento dei rifiuti "non sono state opportune". L'assessore all'Ecologia Nello Hamel durante il consiglio comunale di ieri sera è tornato, su sollecitazione dei consiglieri che hanno votato una mozione proposta dal Movimento 5 Stelle e finalizzata ad ottenere un "vero" porta a porta in città (quindi eliminando le problematiche vissute oggi dalle zone non servite) sul tema delle sanzioni erogate ai cittadini per errata differenziata. Multe definite "viziate" nei giorni scorsi e oggi derubricate a "non opportune" dato che le stesse avrebbero strabordato rispetto alla loro finalità originaria.

Hamel e Firetto: "Sanzioni viziate, si valuterà l'annullamento"

"Moltissime persone pensavano che il giovedì fosse la giornata in cui conferire tutto - ha detto Hamel -. Era questi quelli che noi volevamo colpire in modo puntuale. Io più volte ho comunicato che ci sarebbero state delle multe per chi non differenziava, ma le stesse dovevano essere emesse solo nei confronti di chi presentava il mastello pieno di una miscellanea di prodotti che potevano essere recuperati. Di certo, non doveva essere multato chi ha conferito un piatto di plastica per errore".

Differenziata fatta male, arrivano le multe nelle case dei cittadini

Insomma, il punto non sarebbero tanto gli errori tecnici di compilazione delle multe stesse, come evidenziato dal consigliere comunale Marcella Carlisi (e ammesso dalla stessa amministrazione) ma vi sarebbe a monte un errore di eccessivo puntiglio da parte di chi ha fatto i controlli. "Chi ha fatto i rilievi, giustamente, per il suo verso - ha aggiunto Hamel -, ha effettuato dei controlli condizionati dalla velocità con cui bisognava fare il controllo. Per cui riteniamo che queste multe non siano, diciamo per adesso 'opportune' perché andavano a colpire soggetti che avevano condiviso la differenziata e se sbagliavano erano in buona fede". Hamel ha quindi concluso che con il sindaco si sta "cercando la soluzione tecnico-giuridica per superare la questione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento