Niente segnaletica e vasi in mezzo alla strada, via chiusa abusivamente?

La transenna semovente, collocata all’imboccatura di via Vittorio Emanuele, viene spostata. L'amministrazione comunale vuole realizzare un'isola pedonale, manca però il cartello fisso

L’ordinanza, i ben informati, dicono che ci sia. Non c’è però l’indispensabile segnaletica verticale: dei cartelli che servono per sbarrare, in un senso di marcia e nell’altro, l’accesso dei mezzi, di autovetture e ciclomotori. Sull’asfalto, nel mezzo della carreggiata, sono stati però – da giorni ormai – collocati dei vasi con delle piante ornamentali. Perché di via Vittorio Emanuele - la strada dell’ingresso principale del Comune di Racalmuto, del dirimpettaio ufficio postale e del teatro “Regina Margherita” – si vuole fare, pare, un’isola pedonale. Una zona off-limits ai mezzi che, di fatto, è stata già creata. Ma forse prima del tempo, ossia prima che l’iter per interdire la circolazione stradale fosse ultimato. Perché manca, appunto, la segnaletica verticale fissa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riqualificazione conclusa, rinasce via Vittorio Emanuele 

Domenica sera, ad esempio, la transenna semovente, collocata all’imboccatura di via Vittorio Emanuele, dopo essersi lasciati alle spalle corso Garibaldi, risultava essere stata spostata sul ciglio della strada. I mezzi che hanno dunque imboccato via Vittorio Emanuele, all’improvviso, all’altezza della scalinata che conduce al santuario di Maria Santissima del Monte, si sono ritrovati davanti – a sbarrare la strada – un vaso con tanto di pianta ornamentale. E la segnaletica verticale fissa? Nessun cartello. Tanto che qualcuno parla di una strada chiusa in maniera abusiva. Perché ordinanza di viabilità e segnaletica stradale devono andare di pari passo. “E’ ancora un’area di cantiere” – ha spiegato il sindaco di Racalmuto Emilio Messana - . Peccato che manchino però le transenne tipiche del cantiere, ossia quelle che c’erano fino a qualche settimana fa. “Verificherò come sono andati i fatti” – tranciava corto il sindaco di Racalmuto replicando all’obiezione dell’impossibilità a creare un’isola pedonale semplicemente mettendo dei vasi. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • L'ultimo bagno della stagione si trasforma in tragedia: annegato un turista 51enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento