Complanare della statale 640, auto "prigioniere" dell'acqua acqua alta

Tre i veicoli che, nel giro di pochissimo tempo, sono rimaste impantanate. Cmc Ravenna: "Le barriere di interdizione all'accesso sono state abusivamente rimosse e per tale ragione la società 'Empedocle', titolata alla salvaguardia del tratto, ha presentato querela contro ignoti"

Una delle auto rimaste impantanate nel sottopasso

Non una, non due, ma ben tre. Tante sono state le auto che, a partire dal tardo pomeriggio di ieri, sono rimasta impantanate – letteralmente “prigioniere” di ben 70 centimetri d’acqua – nel sottopasso della strada complanare, parallela alla statale 640, che conduce al centro commerciale “Le Vigne”. Le macchine finite in mezzo all’acqua non sono più, naturalmente, riuscite a liberarsi e, una volta scattato l’allarme, sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Racalmuto. Nessuno degli automobilisti, per fortuna, è rimasto ferito, ma certo lo choc prima e la rabbia dopo non sono affatto mancati. Nessuno di loro, dopo due giorni di stop alla violenta pioggia, s’aspettava naturalmente di trovare quel sottopassaggio invaso dall’acqua. Acqua alta fra l’altro. Ecco perché tutti hanno proceduto serenamente e senza alcun timore.

Erano le 18,42 quando i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento ricevevano la prima richiesta di intervento. A restare intrappolata era stata l'auto di un giovane. Da quel momento in poi, per ore ed ore, i pompieri sono rimasti al lavoro prima per liberare gli automobilisti (l’acqua arrivava praticamente sopra il ginocchio) e le macchine e poi per provare a rimettere in sicurezza l’intera strada.

Un’arteria complanare che, di fatto, non è particolarmente trafficata, se non per recarsi nei pressi di appezzamenti di terreno. Una strada che però viene utilizzata, e anche sistematicamente, dagli abitanti di Racalmuto e dell’attigua Castrofilippo, per evitare il traffico o semplicemente per accorciare il tragitto che conduce al centro commerciale “Le Vigne”. I carabinieri della stazione di Racalmuto, per scongiurare il ripetersi di episodi analoghi, ieri sera, hanno interdetto la strada.

La posizione di Cmc Ravenna

"Il sottopasso nei pressi del centro commerciale 'Le Vigne', territorio di Racalmuto,  strada complanare della statale 640 tronco 15 sottopasso numero 17, da giorno 13 novembre viene monitorato e chiuso al traffico con adeguate barriere e segnali a causa delle forti piogge che hanno causato l'intasamento del sistema di drenaggio dello stesso i cui lavori di ripristino sono in atto - ha spiegato, nel primo pomeriggio di giovedì, Filippo Guccione: direttore tecnico di cantiere Lotto I SS 640 di Cmc Ravenna - . Per quanto riguarda le auto intrappolate si tiene a precisare che le barriere di interdizione all'accesso sono state abusivamente rimosse e per tale ragione la società 'Empedocle', titolata alla salvaguardia del tratto ha esposto, a mezzo querela contro ignoti, l'arbitraria rimozione delle barriere. Già ieri sera, 27 novembre, è stato posto in evidenza ai carabinieri che le barriere erano state rimosse e accantonate ai bordi della strada - ha concluso il direttore tecnico di Cmc Ravenna - . I tecnici di 'Empedocle' sono perciò intervenuti prontamente per ripristinare le barriere che vieta l'accesso alla strada fino a quando non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza al traffico veicolare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento