Sottopasso ferroviario a Racalmuto, affidato incarico di ingegneria

L'opera dovrebbe collegare le vie Falcone-Borsellino a monte con via Sacerdote Romano a valle

L'ingresso del Comune di Racalmuto

L’incarico di ingegneria ed architettura è stato affidato. Verrà realizzato il progetto definitivo per la creazione di un sottopasso ferroviario e relative opere viarie di collegamento tra il centro urbano e la periferia a monte dell’abitato di contrada Bovo-Serrone che sono zone di espansione del Prg. Un progetto che servirà per migliorare la fruibilità del traffico. Se ne occuperà l’ingegnere Gianluigi Di Marco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo ente ha intenzione di realizzare delle opere di importanza strategica per favorire la fruibilità del traffico a monte dell’abitato e collegare in maniera adeguata la parte a valle del centro urbano con la parte a monte in espansione – hanno scritto dal Comune di Racalmuto di cui è sindaco Vincenzo Maniglia - . Nel piano regolatore generale vigente per favorire tutto questo è stata prevista la realizzazione di un ponte sotto via nella zona che collega le vie Falcone-Borsellino a monte con via Sacerdote Romano a valle”. Nel Peg, il Municipio aveva inserito le somme necessarie per gli incarichi esterni. “Il progetto dovrà prevedere tutte le autorizzazioni necessarie – è stato prescritto dal Municipio – per la successiva fase della progettazione esecutiva e dovrà prevedere inoltre tutti gli adempimenti espropriativi previsti dalla vigente normativa”. Era la fine dell’anno quando l’assessore comunale ai Lavori pubblici del Comune di Racalmuto, Antonino Lauricella, dava incarico all’ufficio tecnico comunale di procedere all’affidamento degli incarichi dei servizi di ingegneria. “Il progetto dovrà essere adeguato alla progettazione definitiva e aggiornato nei prezzi”. L’importo complessivo del progetto definitivo – anche questo è stato prescritto dai dirigenti del palazzo di città – dovrà essere contenuto complessivamente entro un milione e 500 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

  • Si sente male in spiaggia e si accascia, inutili i soccorsi: muore 66enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento