Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Racalmuto

Soccorritori, unità cinofile e perfino un drone in volo: nessuna traccia del pensionato scomparso

In due giorni, carabinieri, vigili del fuoco, agenti della polizia municipale e Protezione civile hanno setacciato il 40 per cento del territorio: pari a circa 150 ettari

Il 40 per cento del territorio racalmutese - pari a circa 150 ettari - fra centro abitato e periferia è stato rastrellato. Di Giuseppe Alaimo, pensionato di 62 anni, dopo il secondo giorno di ricerche, continuano a non esserci tracce.

Oggi il piano provinciale di ricerche persone scomparse - pianificato dai carabinieri e dalla Prefettura di Agrigento - ha fatto base alla fondazione "Leonardo Sciascia". Sempre oltre cinquanta i soccorritori, divisi in sei squadre, con due unità cinofile che hanno setacciato zone a Nord del paese e a valle. 

E' stato utilizzato anche un drone, ma di Peppe Alaimo non è saltata fuori - purtroppo - nessuna traccia. Le ricerche sono andate avanti fino al tramonto e riprenderanno domani mattina, a partire dalle 8,30.

In questi due giorni di ricerche si sono mobilitati i carabinieri della stazione di Racalmuto e di Canicattì, i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento, la polizia municipale di Racalmuto, la Protezione civile del Libero consorzio e alcune associazioni di volontari. L'appello è sempre lo stesso: "Chiunque pensi d'aver visto Giuseppe Alaimo lo faccia sapere ai carabinieri". Ogni piccolo indizio, in questo momento, potrebbe rivelarsi importante. 

Purtroppo, gli investigatori non hanno nemmeno la certezza della data precisa della scomparsa del sessantaduenne.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorritori, unità cinofile e perfino un drone in volo: nessuna traccia del pensionato scomparso
AgrigentoNotizie è in caricamento