Cronaca Racalmuto

Pensionato scomparso da 2 mesi, chiuso il piano di ricerche del cadavere

Ma che fine ha fatto Giuseppe Alaimo? L’interrogativo resta senza risposta: non ci sono indizi che permettano di fare delle ipotesi precise, mirate, circostanziate

Le ultime ricerche fatte dalle unità cinofile speciali

Giuseppe Alaimo, il pensionato sessantaduenne scomparso da gennaio, non è a Racalmuto. Non è stato trovato dal piano provinciale di ricerche persone scomparse, durato sei giorni, e non è stato trovato nemmeno dai cani, della polizia di Stato, per la ricerca di tracce ematiche e cadaveri. Ieri, dopo tre giorni consecutivi di rastrellamento del centro e delle campagne di Racalmuto, i due pastori tedeschi – “Draco" e "Mia" in forza al nucleo unità cinofile della polizia di Palermo – hanno lasciato il paese.

Dopo aver ispezionato, e il loro fiuto è capace di intercettare molecole a distanza di chilometri, l’area dell’abitazione di Peppe Alaimo, quella del Belvedere e della stazione ferroviaria, dove era solito stare, e le campagne delle contrade Gibellina – dove sorgeva il villaggio minerario -, Gargilata, Sacchitello, Garamoli e Bovo, con un elevato margine di certezza, i carabinieri, che si stanno occupando dell’inchiesta, e i poliziotti del nucleo speciale cinofili, hanno concluso negativamente il piano di ricerche cadaveri.

IL VIDEO. In azione le unità cinofile per la ricerca di tracce ematiche e cadaveri 

“Mia” e “Draco”, ieri mattina, nella zona della linea ferroviaria di Racalmuto, hanno perfino rintracciato il cranio di un porcospino e la carcassa, in putrefazione, di una colomba. Ma del pensionato racalmutese, nonostante le ricerche si siano concentrate anche nei punti più difficili e nascosti, nessuna traccia. Ma che fine ha fatto Giuseppe Alaimo? L’interrogativo resta senza risposta sia per i familiari, i racalmutesi che per i carabinieri della stazione che – coordinati dal comando compagnia di Canicattì – in tutte queste settimane non si sono mai fermati e rassegnati. Così dopo che il piano provinciale di ricerche, per persone vive e in pericolo di vita, aveva dato esito negativo si è passati, negli ultimi tre giorni, anche alla ricerca – fatta appunto con le speciali unità cinofile – del cadavere. Ma Peppe Alaimo non c’è. E non ci sono indizi che permettano di fare delle ipotesi precise, mirate, circostanziate. 

Pensionato scomparso da due mesi, arrivati speciali cinofili 

I carabinieri della stazione di Racalmuto, naturalmente, continueranno a monitorare e ad investigare. Nei giorni scorsi, notando un usuale andirivieni da parte di un barboncino dall’ex ospedaletto del paese, alle spalle di piazza Del Carmelo, i carabinieri si sono spinti ad arrampicarsi perfino nella parte abbandonata della struttura che un tempo fu l’ospedale. Anche questa verifica ha avuto esito negativo. Dentro la struttura non solo non c’era Alaimo, ma neanche nessun indizio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato scomparso da 2 mesi, chiuso il piano di ricerche del cadavere

AgrigentoNotizie è in caricamento