Ristrutturazione e più musei al castello, il Comune è a "caccia" di soldi

Il progetto definitivo prevede una spesa di 1 milione di euro. Il Municipio vuole celebrare il centenario della nascita dello scrittore Leonardo Sciascia

Una veduta del castello Chiaramontano di Racalmuto

Lo studio di fattibilità è stato approvato. Il Comune, adesso, è a “caccia” di fondi per valorizzare il castello Chiaramontano, attraverso la creazione di un museo multimediale, la ristrutturazione delle sale e dei magazzini del piano terra e delle stalle, per il recupero del giardino retrostante e la riqualificazione dell’area circostante di piazza Fontana e la “fontana di li novi cannola”, di piazza San Francesco, nonché stradine e cortili di collegamento. Di fatto, il Municipio – per celebrare il centenario della nascita del suo illustre concittadino: lo scrittore Leonardo Sciascia – vuole anche realizzare un percorso artistico attraverso la realizzazione di opere artistiche e totem descrittivi.

Il ministero per i Beni e le attività culturali, nell’ambito del programma di azione e coesione complementare al Pon cultura e sviluppo (Fers) 2004-2020, ha emanato un avviso pubblico relativo alla selezione di interventi finalizzati alla riqualificazione e valorizzazione turistico-culturale dei Comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Il Comune di Racalmuto intende partecipare al piano operativo “Cultura e Turismo 2014-2020” che è rivolto ai Municipi con popolazione fino a 10 mila abitanti. E il progetto definitivo di recupero e riqualificazione del castello Chiaramontano e di tutte le aree circostanti prevede una spesa di 1 milione di euro complessivi. Per il rafforzamento dell’offerta museale con creazione di un museo multimediale, un museo del sale e un museo etnoantropologico è prevista una spesa di 320 mila euro; per la riqualificazione del castello Chiaramontano, dell’area fontana “di li novi cannola”, di piazza San Francesco e per il necessario arredo urbano è stata preventivata una spesa di 520 mila euro ed infine per la valorizzazione dell’offerta culturale per celebrare il centenario della nascita di Leonardo Sciascia si prevede una spesa complessiva di 160 mila euro. Di fatto, per il Municipio non è prevista dunque nessuna spesa.

Lo scrittore racalmutese avrebbe compiuto 100 anni, l’anno prossimo: l’8 gennaio per la precisione. Nonostante l’emergenza sanitaria determinata dal Covid-19, il Comune di Racalmuto – il cui consiglio comunale ha anche approvato il regolamento per l’istituzione di un premio, per le scuole, dedicato proprio al “papà” di “Regalpetra” – sta lavorando per fare in modo che il paese realizzi adeguate iniziative di celebrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento