menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Perdite idriche e ritardi sulle riparazioni, contestazione a Girgenti Acque

Il presidente del Consiglio Sergio Pagliaro ha lanciato un ultimatum: "Guasti e falle nelle condotte dovranno essere eliminati in tempi stretti"

Ritardi sulle riparazioni idriche. Il presidente del Consiglio, Sergio Pagliaro, invia una contestazione al gestore del servizio invitandolo a far fronte ad ultimare tutte le riparazioni necessarie sul territorio di Racalmuto. “Non intendiamo sopportare oltre i gravi  ritardi del gestore del servizio idrico che deve effettuare le riparazioni per le perdite di acqua – ha scritto Pagliaro - . In questa calda estate, i dipendenti dell’ufficio Tecnico comunale, a cui va un ringraziamento, non hanno lesinato sforzo ed hanno, sempre, segnalato le perdite e, al contempo, diffidato il gestore del servizio ad adempiere”. Pagliaro ha evidenziato ieri quello che di fatto inevitabile quando ci sono delle falle nelle condotte e dunque delle perdite idriche: “Ripercussioni sulla distribuzione domestica che i cittadini di Racalmuto, come pure tutti coloro che si trovano in vacanza nella città, hanno, loro malgrado, subito e che non possono più tollerare. Questa amministrazione e i racalmutesi sono stati fin troppo pazienti ad attendere i doverosi interventi. Le riparazioni devono essere effettuate, infatti, per legge e contratto, - ha incalzato il presidente del consiglio comunale - in tempi stretti”. Pagliaro e l’amministrazione tutta, con in testa il sindaco Vincenzo Maniglia, ieri, hanno preso atto “della buona volontà del gestore che, proprio in queste ore, ha iniziato i lavori di riparazione. Lavori che, però, non devono interrompersi, ma che devono, anzi, interessare tutte le numerose rotture con perdite di acqua, distribuite su tutto il territorio comunale”. Ed dunque, proprio per questo motivo, che l’amministrazione ha formalmente avanzato una contestazione scritta al gestore del servizio idrico. L’ultimatum è chiaro: “In futuro le perdite dovranno essere eliminate in tempi stretti dalla segnalazione – ha ultimato Sergio Pagliaro – per evitare la sospensione di un servizio pubblico”. 

Intanto, nel tardo pomeriggio di ieri, il sindaco Vincenzo Maniglia ha reso noto, dopo averlo appreso dalla gestione commissariale del servizio idrico integrato, che "dalle ore 19 di ieri è stata sospesa la fornitura idrica nei Comuni di Castrofilippo, Grotte, Naro e Racalmuto per consentire riparazioni e sostituzioni di pezzi speciali nella condotta idrica generale del Consorzio Tre Sorgenti. Il Consorzio prevede di ripristinare il flusso idrico nella serata di venerdì 4 settembre. Per quanto riguarda le rotture delle tubature in varie parti del paese, il Comune - ha spiegato Maniglia - ha già provveduto a segnalare più volte e a mettere in mora la gestione commissariale per le necessarie riparazioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento