Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

"Non misero in sicurezza immobile che stava per crollare", in 8 salvati dalla prescrizione

Il giudice emette una sentenza di proscioglimento a carico dei proprietari della palazzina che si sarebbero rifiutati di eseguire i lavori nonostante un'ordinanza del Comune

Non doversi procedere per intervenuta prescrizione dei reati. Il giudice monocratico Sabrina Bazzano proscioglie, per via del decorso del tempo che non ha reso più punibili le accuse, otto imputati ai quali si contestava di non avere messo in sicurezza un immobile che stava per crollare.

I proprietari, in pratica, avrebbero omesso di dare seguito a un'ordinanza del Comune che prescriveva delle opere su un muro per evitare che il loro immobile di via Petrarca, a Racalmuto, potesse crollare e mettere a rischio l'incolumità delle persone.

Si tratta di: Calogero, Carmela, Diego e Giuseppa Curto; Calogera Schillaci, Carmela Cardillo, Salvatrice Liota e Nicolò Salvatore Mantione. Gli imputati, difesi dagli avvocati Gianfranco Pilato e Giovanni Crosta, erano stati denunciati l'11 marzo del 2015, oltre un anno dopo la notifica dell'ordinanza del Comune alla quale non avrebbero dato seguito. Il reato di "inosservanza a provvedimento dell'autorità", nel frattempo, si è prescritto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non misero in sicurezza immobile che stava per crollare", in 8 salvati dalla prescrizione

AgrigentoNotizie è in caricamento