rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Violenza sessuale, minaccia aggravata e lesioni alla convivente": nei guai disoccupato

La 39enne è stata allontanata dall’abitazione ed è stata collocata in una struttura protetta, una casa per donne vittime di violenza dove l’uomo non potrà raggiungerla, né mettersi in contatto con lei

Violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e lesioni personali. E’ per queste ipotesi di reato che un disoccupato quarantaduenne di Racalmuto è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. Reati che l’uomo avrebbe commesso – stando all’accusa – in danno della convivente, casalinga, di 39 anni. La donna – che, ieri mattina, ha chiesto “aiuto” alla caserma dei carabinieri di Racalmuto – è stata allontanata dall’abitazione ed è stata collocata in una struttura protetta, una casa per donne vittime di violenza dove l’uomo non potrà raggiungerla, né mettersi in contatto con lei.

I carabinieri di Racalmuto, coordinati dalla compagnia dell’Arma di Canicattì, hanno, infatti, subito attivato la procedura del “codice rosso” che mira a tutelare e proteggere la donna vittima. Dell’accaduto è stata, naturalmente, informata la Procura che adesso dovrà valutare le accuse e decidere se richiedere o meno delle misure cautelari a carico del quarantadueenne disoccupato. 

Le ipotesi di reato di cui il racalmutese è stato accusato – partendo proprio dalla violenza sessuale e arrivando alle lesioni personali – sono infatti assai gravi. Indagini e attività d’accertamento, ieri, risultavano essere però ancora in corso. Accade ormai sistematicamente, tanto nel capoluogo quanto nel resto dei Comuni dell’hinterland, che, purtroppo, si registrino fatti del genere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale, minaccia aggravata e lesioni alla convivente": nei guai disoccupato

AgrigentoNotizie è in caricamento