Niente festa per la Madonna del Monte: è in arrivo il quarto cero votivo

Sarà dedicato agli emigrati racalmutesi nel mondo. Siglato protocollo d'intesa con diverse comunità residenti in Belgio, Francia, Inghilterra, Germania, Venezuela, Usa

I ceri votivi sistemati in piazza Crispi

La festa in onore di Maria Santissima del Monte, quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria determinata dal Covid, non è “svampata”. In piazza Crispi, quale simbolo dei riti e della devozione alla compatrona di Racalmuto, sono stati sistemati i tre Ceri votivi. Ma dal prossimo anno i Ceri saranno quattro. Ci sarà anche quello degli emigrati racalmutesi. Ad annunciarlo, ieri, sono stati il presidente e i soci dell'associazione di promozione turistica "Vivi Racalmuto”. E’ stato siglato infatti un protocollo d'intesa con diverse  comunità di emigrati racalmutesi residenti in Belgio, Francia, Inghilterra, Germania, Venezuela, Usa e con varie associazioni di categoria. A dare il via libera è stata l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vincenzo Maniglia, e il comitato di Maria Santissima del Monte, presieduto dal rettore don Luigi Mattina. Il progetto ha tra i suoi ideatori Giancarlo Matteliano e Luigi Agrò, (figlio di Michele Agrò racalmutese  emigrato  ad Hamilton) ed ha l’obiettivo di rinsaldare la profonda devozione, di tutti i racalmutesi sparsi per il mondo, per la Madonna del Monte. Alla proposta dell’associazione di promozione turistica hanno aderito le famiglie Martorelli-Campanella (Canada),

Antonio Puma (Inghilterra), la famiglia Chiodo (Belgio). Ha aderito anche Joe Curto, figlio di Lorenzo e Giuseppina Curto, presidente del prestigioso e laborioso comitato di festeggiamenti di Maria Santissima del Monte ad Hamilton dove risiede la più numerosa comunità di emigrati racalmutesi. Il progetto vedrà coinvolti, per la messa in opera e la materiale realizzazione dell’opera, prevista per  luglio 2021, anche vari professionisti ed artisti racalmutesi tra cui architetti, artigiani, designer (tra cui Miriana Chiarelli e Giulia Costumati) e pittori. Entrerà, così a far parte della storia di Racalmuto un altro Cero votivo. “Nel pieno rispetto delle vigenti norme, onoreremo la Madonna, regina di Racalmuto che ci ha preservato dal pericoloso contagio, con piccole ma significative iniziative” – ha detto il sindaco Maniglia - .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

cero degli emigrati racalmutesi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento