rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Racalmuto

Premio internazionale di letteratura, padre e figlia finalisti

Il romanzo dal titolo "Quattro per zero=quattro" è stato scritto a quattro mani dal magistrato, in servizio al tribunale di Caltanissetta, Graziella Luparello e dal papà Carmelo: adesso in pensione dopo una vita dedicata all’insegnamento

Fra circa 2.700 partecipanti – e i lavori sono arrivati da tutto il mondo – sono fra i finalisti del premio internazionale di letteratura Città di Como. E lo sono con il romanzo dal titolo "Quattro per zero=quattro", scritto a quattro mani da padre e figlia. Scritto dal magistrato, in servizio al tribunale di Caltanissetta, Graziella Luparello e dal papà Carmelo: adesso in pensione dopo una vita dedicata all’insegnamento.

La giuria – del premio internazione di letteratura Città di Como – che ha selezionato, fra i finalisti appunto, il libro di Graziella e Carmelo Luparello è composta da personalità autorevoli del mondo del giornalismo, della letteratura e dell’arte, a partire dal presidente Andrea Vitali, con Edoardo Boncinelli, Francesco Cevasco, Milo De Angelis, Giulio Giorello, Giovanni Gastel, Dacia Maraini, Armando Massarenti, Pierluigi Panza, Flavio Santi, Laura Scarpelli, Mario Schiani. Affiancati da un comitato di lettura composto da giornalisti, studenti, gruppi di lettura, blogger, bibliotecari e da librerie comasche e nazionali che da inizio concorso stanno leggendo le varie opere. La cerimonia conclusiva, con le premiazioni dei vincitori e dei finalisti, si terrà il 12 ottobre 2018 a Villa Olmo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio internazionale di letteratura, padre e figlia finalisti

AgrigentoNotizie è in caricamento