menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della cerimonia inaugurale

Un momento della cerimonia inaugurale

Racalmuto, inaugurata la nuova sede associata dell'istituto "Fermi"

L'evento, atteso ormai da 15 anni, ha avuto luogo alla presenza delle massime autorità provinciali. Disagi finiti per gli studenti. Video all'interno

E’ stata inaugurata la sede associata di Racalmuto dell’istituto “Enrico Fermi” di Agrigento.

Per l’occasione, secondo quanto annunciato dalla dirigente scolastica Elisa Casalicchio, a scuola sono arrivati il prefetto Nicola Diomede, il dirigente dell’Ambito territoriale provinciale del Ministero della Pubblica Istruzione, Raffaele Zarbo, il commissario straordinario del Libero consorzio di Agrigento, Roberto Barberi, il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana e l’arciprete don Diego Martorana.
“Tutto il corpo docente di Racalmuto, con in testa la responsabile della sede, Tiziana Messina, unitamente agli alunni ed al personale Ata – si legge in una nota - esprimono viva soddisfazione per questo lieto evento, atteso da più di 15 anni. Ricordiamo che il plesso dell’istituto “Fermi” di Racalmuto, sino a qualche mese fa, era quasi del tutto inagibile.  

GUARDA IL VIDEO

E’ stato solo grazie al fattivo interessamento dell’ex commissario del Libero consorzio, Benito Infurnari, che è stato possibile restituire debitamente ristrutturata ed adeguata alle vigenti normative, una scuola per troppo tempo trascurata,  in cui attualmente sono presenti due indirizzi, quello per i servizi socio - sanitari e quello di manutenzione ed assistenza tecnica. Un grazie va ovviamente tributato ai Tecnici del Libero Consorzio di Agrigento, all’impresa ed alla direzione dei lavori che hanno consentito agli studenti di Racalmuto di rientrare nel loro plesso, debitamente ristrutturato, dopo essere stati ospitati in una sede provvisoria, per l’anno scolastico 2015/2016, presso il centro Padre Arrigo, messo a disposizione dall’arciprete di Racalmuto, Diego Martorana”. “In poco più di un anno il libero Consorzio di Agrigento è riuscito a completare e collaudare i  lavori di adeguamento e messa in sicurezza della scuola – si legge ancora nel comunicato stampa - di Racalmuto che sono costati, tra l’altro, meno di 400 mila euro. Un vero record, in un’Italia  in cui la maggior parte degli edifici scolastici versano in condizioni disastrate, proprio a causa delle lungaggini burocratiche”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento