Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Racalmuto

Un anno di riprese per un viaggio nell'animo umano, Racalmuto sul grande schermo

Il film dura 80 minuti. Sarà prestissimo nelle sale cinematografiche: al "Ciak" di Agrigento e in tutte le sale della penisola che aderiscono alla rete "Uci"

I set cinematografici sono durati un anno. In una Racalmuto che era ed è realtà di emigrati, le riprese sono state fatte soltanto nei fine settimana. Non ci sono attori professionisti, ma filodrammatici con alle spalle esperienze teatrali e veri e propri esordi, nel film "Rahal-Maut agli occhi di un bambino". Pellicola che è stata prodotta da "Assoduefilm" sul soggetto tratto dalla parte iniziale e finale dell'omonimo romanzo di Lorella Farrauto.  

IL VIDEO. Emigrazione, bullismo e una politica che non cambia: Racalmuto diventa il simbolo della Sicilia

Il film dura 80 minuti. Sarà prestissimo nelle sale cinematografiche: al "Ciak" di Agrigento e in tutte le sale della penisola che aderiscono alla rete "Uci". La storia immortala la mancata evoluzione sociale ed economica di un paesino della Sicilia, paese che diventa però il simbolo della regione stessa. Della regia si sono occupati Fabrizio Colomba, Salvatore Chiarelli, Lillo Puma, Maria Concetta Rizzo e Igor Giancani. Il montaggio è di Arianna Gerardi, responsabile di produzione: Gianni Bilardello e direttore della fotografia: Giacomo Rallo. Costumista: Carla Bilardello. Hanno collaborato in maniera determinante, anche al casting: Rosa Maria Mulè e Maria Morgante. 

rahal-maut agli occhi di un bambino2-2 

"Il romanzo racchiude quattro generazioni che ho inglobato in un periodo storico che va dagli anni Cinquanta al 2017 - ha spiegato l'autrice Lorella Farrauto - . E' un romanzo molto complesso che evidenzia la forza di un ragazzo che riesce a far aprire gli animi. Un giovane che cerca di far risvegliare la comunità opponendosi al potere delle raccomandazioni". La chiave di lettura della storia è nel libro di Lorella Farrauto che verrà presentato dopo la messa in visione del film. 

Nella pellicola - che è un autentico viaggio nell'animo umano - ci sono i volti e i luoghi di una realtà che è stata, quando nel Medioevo giunsero gli arabi, Rahal Maut, ma anche "Regalpetra": la rappresentazione letteraria di Leonardo Sciascia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno di riprese per un viaggio nell'animo umano, Racalmuto sul grande schermo
AgrigentoNotizie è in caricamento