Escalation di furti e tentati colpi in abitazione, avviate le indagini

In un paio di casi, i malviventi hanno portato via suppellettili, alimenti – recuperati fra frigo e armadi – e denaro: poche centinaia di euro

Hanno portato via suppellettili, alimenti – recuperati fra frigo e armadi – e denaro: poche centinaia di euro. Sono due i furti in abitazione messi a segno, nel giro di pochissimo tempo, in contrada Serrone a Racalmuto. Ma, fra il centro urbano e le periferie, si sono registrati anche dei tentati furti. Sempre in abitazione. Una recrudescenza della microcriminalità che sta allarmando, di fatto, i racalmutesi. I carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno già avviato le indagini per cercare di dare un volto e una identità ai malviventi – verosimilmente una banda – che hanno già colpito o provato a farlo.

Sempre identico o quasi, praticamente, il modus operandi. I “topi d’appartamento” riescono, approfittando della momentanea assenza dei padroni di casa, ad intrufolarsi dopo aver forzato porte d’ingresso o finestre. E una volta dentro le residenze rovistano, mettendo tutto a soqquadro e razziando quanto di “interessante” o prezioso viene trovato. Nelle due abitazioni di contrada Serrone, i ladri hanno portato via suppellettili, alimenti e soldi: 150 euro in un caso e 20 euro nell’altro. I colpi non sono stati, economicamente, importanti. I proprietari delle residenze però, inevitabilmente, sono rimasti sotto choc nel vedere – al momento del rientro - tutto a soqquadro. Apprensione e preoccupazione, naturalmente, anche per quanti hanno trovato portoni d’ingresso danneggiati: in contrada Bovo o per quanti – in contrada Caliato, che è nel centro urbano, - hanno trovato tutti gli interni rovistati. In un altro caso, i malviventi si sono “accontentati” soltanto di un automatizzatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri di Racalmuto dopo aver raccolto le denunce contro ignoti hanno avviato l’inchiesta. Non sarà semplice però riuscire a dare rapidamente una identità ai criminali. E questo perché, i ladri non si sarebbero lasciati dietro le spalle alcuna traccia e perché le zone dei furti non risulterebbero essere “coperte” dal sistema di video sorveglianza del Comune, né da telecamere private.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento