menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della festa

Un momento della festa

Racalmuto, preso il "Cilio di li burgisi": tensione dopo la "scalata"

Davide Canicattì stanotte, sostenuto da un gruppo di amici, è riuscito ad arrampicarsi e a conquistare la bandiera, nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Monte

Il "Cilio di li burgisi" è stato preso. È riuscito a farlo Davide Canicattì. Stanotte, sostenuto da un gruppo di amici, è riuscito ad arrampicarsi e a conquistare la bandiera del "cilio di li burgisi", nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Monte di Racalmuto. Contrariamente alle "voci di corridoio", non c'è stata battaglia. L’incrocio fra corso Garibaldi e le vie Gramsci e Leonardo Sciascia, quest’anno, non si è trasformato in un ring. La “salita” del giovane e della sua squadra è stata abbastanza semplice.

La presa della bandiera del “Cero” è una tradizione pagana che poco ha a che fare con la rievocazione della “vinuta” della Madonna. È una sfida fra i "burgisi", i vecchi proprietari terrieri di un tempo, in età di matrimonio.

Quest'anno, durante l'attesa del "Cilio di li burgisi", si parlava chiaramente della presenza di due squadre contendenti. In realtà non c'è stata alcuna lotta. Momenti di tensione, urla ed incomprensioni si sono invece registrati subito dopo la scalata e la presa della bandiera. Qualcuno ha contestato, platealmente, che il trattore sul quale era stato collocato il "Cilio di li burgisi" si fosse fermato pochi metri prima rispetto al tradizionale punto. È stato perfino ipotizzato che la "presa" avrebbe dovuto essere rifatta. Il tutto mentre il giovane racalmutese Davide Canicattì, in cima al "Cilio", sventolava la bandiera con il volto di Maria Santissima del Monte e del bambin Gesù.

Ma il "Cilio" non avrebbe potuto ripetersi: la bandiera era stata presa. Superata la tensione e conclamata, fra applausi ed urla, la presa della bandiera, i Ceri - dei "cicirara", degli "ugliara" e dei "borgesi" - hanno continuato la sfilata fino a giungere al santuario dedicato a Maria Santissima del Monte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento