menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola di italiano per i figli degli emigrati, Racalmuto punta a riattivare i flussi turistici

Fra le priorità dell'associazione guidata da Giancarlo Matteliano, anche la creazione di un "Cilio" appositamente dedicato che prenderà posto nella sfilata dedicata a Maria Santissima del Monte

La realizzazione di un "Ciliu degli emigrati racalmutesi", da aggiungere a quello dei "Burgisi", dei "Cicirari" e degli "Ugliari". La creazione di una scuola di italiano per i giovani emigrati, ma anche - ed è allo studio - un pacchetto viaggio, soggiorno, visite guidate del paese ed escursioni. Ma anche la realizzazione di una guida turistico-culturale, l'organizzazione periodica di eventi (fiere, festival, esposizioni) per generare flussi turistici, rafforzare l'immagine e la notoreità del territorio. E poi la piena, totale, collaborazione al Comune per raggiungere l'obiettivo della denominazione "Racalmuto paese del sale". Sono queste le iniziative programmate, e condivise con gli operatori del territorio, che l'associazione turistico-culturale 'Vivi Racalmuto', di cui è presidente Giancarlo Matteliano, intende realizzare nel biennio 2021-2022. Un programma che è stato sottoposto all'attenzione del sindaco Vincenzo Maniglia e per il quale viene chiesto il patrocinio da parte del Comune. 

Cero degli emigrati racalmutesi, direzione artistica affidata a Giuseppe Agnello

Nonostante sia tempo di pandemia da Covid-19, c'è grande voglia di riscatto e di rilancio turistico a Racalmuto. E le priorità sono proprio la creazione del nuovo "ciliu" e la scuola di italiano per figli di emigrati. "E' da questo che bisogna ripartire - ha detto Giancarlo Matteliano, presidente dell'associazione - . Le idee dell'associazione 'Vivi Racalmuto' sono state sviluppate dai tanti componenti  che con competenza e passione hanno messo nero su bianco e comunicato all'amministrazione comunale i programmi per il biennio 2021/22. Bisogna fare rete! E di questo abbiamo avuto riscontro con la condivisione di tante altre associazioni,
operatori turistici e semplici cittadini, ma sopratutto abbiamo avuto il bene stare da parte del sindaco e dell'amministrazione Maniglia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento