Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Operatori ecologici ammalati, "assenza di massa" a Racalmuto

La ditta "Iseda" ha segnalato l'anomala coincidenza di vedersi recapitare un certificato da oltre la metà dei dipendenti in servizio: 6 su 10 lavoratori 

L'amministratore delegato di "Iseda", Giancarlo Alongi

È finita sul tavolo del direttore provinciale dell' Inps e dell' Ordine dei medici di Agrigento, oltre che, per conoscenza su quello del prefetto Nicola Diomede e del sindaco di Racalmuto Emilio Messana, la comunicazione di "assenza di massa" - verificatasi ieri - dei netturbini che operano a Racalmuto. 

La ditta Iseda ha, in pratica, segnalato - scrive il Giornale di Sicilia - l'anomala coincidenza di vedersi recapitare un certificato di malattia da oltre la metà dei dipendenti in servizio: 6 su 10 lavoratori. 

"Questa altissima percentuale di assenze - spiega in una nota l'amministratore delegato di "Iseda" Giancarlo Alongi - insinua il dubbio che possa trattarsi di una nuova strategia ostruzionistica posta in atto da alcuni lavoratori che in passato si sono resi protagonisti di un'azione di protesta plateale". Il riferimento è a quando, nei mesi scorsi alcuni di questi operatori ecologici si arrampicarono ed "occuparono" simbolicamente un traliccio dell'illuminazione al centro della rotonda a ridosso del centro commerciale Valle dei Templi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operatori ecologici ammalati, "assenza di massa" a Racalmuto

AgrigentoNotizie è in caricamento